Manovra, Giuseppe Conte: "L’obiettivo è far scendere il debito grazie alla crescita economica"

"Questo governo non ha alcuna tentazione di creare vertenze o contrapposizioni con le istituzioni europee"

Giuseppe Conte

A meno di 24 ore dalle dichiarazioni del Presidente della Repubblica, e dopo le repliche di Matteo Salvini e di Luigi Di Maio, anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto per tranquillizzare Sergio Mattarella e i cittadini che hanno più di qualche dubbio sulla manovra finanziaria.

Conte, nel corso di un'intervista al Corriere Della Sera, ha spiegato di non aver visto nulla di male nell'esultanza del Movimento 5 Stelle - "trovo giustificato l’entusiasmo per una riforma che restituisce dignità a milioni di italiani in momentanea difficoltà e realizza una misura fondamentale di equità sociale" - ed è subito entrato nel vivo della questione Mattarella, dando il proprio punto di vista:

La mia opinione è che i principi di equilibrio del bilancio e di sostenibilità del debito pubblico, a prescindere dal fatto che siano scritti nella Costituzione e nel fiscal compact, siano linee guida che qualunque governo responsabile deve tenere da conto. Questi principi non impongono, tuttavia, di rinunciare a esprimere una politica economica e di finanza pubblica interpretando i bisogni dei cittadini in base ai differenti cicli economici.

Il Presidente del Consiglio si dice certo che pur aumentando il debito, questa manovra si rivelerà un successo e che non saranno gli italiani a pagare il nuovo debito alla fine dei conti:

L’obiettivo di questa manovra è far scendere il debito puntando a una più consistente crescita economica e a un più ampio sviluppo sociale. Già da lunedì riunirò a Palazzo Chigi la cabina di regia per avviare il piano di investimenti e il piano di ammodernamento delle infrastrutture. Sono fiducioso che gli investitori, che guardano a prospettive di medio e lungo periodo, troveranno molto conveniente investire in Italia, anche perché il nostro Paese, anche più di molti altri Paesi europei, offre il valore aggiunto di un solida stabilità politica.

I mercati non hanno accolto la manovra con lo stesso entusiasmo di Luigi Di Maio, quasi indiavolato sul balcone di Palazzo Chigi, ma Conte ha precisato che già dalle prossime ore, insieme al Ministro dell'Economia Giovanni Tria, si impegnerà per illustrare la manovra ai vari interlocutori europei e che questi primi giudizi negativi non necessariamente resteranno tali quando il testo sarà reso pubblico e i dettagli saranno chiari.

A proposito dei rapporti con l'UE dopo la manovra e le critiche mosse dal Commissario Europeo Pierre Moscovici, Conti ha le idee chiare:

Questo governo non ha alcuna tentazione di creare vertenze o contrapposizioni con le istituzioni europee. Sappiamo che il dialogo con l’Europa è importante e ci predisponiamo ad esso con la massima serenità.

Foto | Palazzo Chigi

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO