Martina: "Manovra molto ingiusta, governo fa disastri". Confindustria: "se sarà di crescita Ue capirà"

martina governo zero fatti tanti danni

Il segretario del Pd Maurizio Martina ancora all'attacco della "manovra del popolo" del governo Conte, iniqua e che si scorda completamente dei problemi del Meridione: "Questa manovra poi dimentica il Sud. È una manovra profondamente ingiusta, che spende miliardi di euro senza avere in mente una prospettiva di crescita su famiglie, imprese e lavoratori" ha detto Martina stamane a Radio 1.

Secondo Martina il Sud "esce profondamente dimenticato" da questa legge di bilancio e il governo "in questi cento giorni" ha "fatto ampiamente disastri dimostrando di non saper gestire neanche l'emergenza come per Genova... Basta vedere la curva occupazione, la crescita dell'export e il sostegno alle imprese come industria 4.0"

Poi Martina rivendica le politiche del precedente governo a guida Pd: "In questi ultimi anni abbiamo fatto scelte e preso decisioni per consolidare il sistema paese con una crisi devastante in atto. Se il governo si può permettere di fare questo tipo di manovra è perché negli ultimi cinque anni abbiamo lavorato per le imprese e le famiglie".

Di manovra stamattina è tornata a parlare anche Confindustria secondo cui se sarà davvero di crescita l'Ue capirà le forzature sul deficit. Il presidente degli industriali Vicenza Boccia ha detto: "È una manovra che possiamo spiegare sostenibile anche al di là delle regole, se riusciamo a spiegare che c'è crescita".

In tal caso - ha proseguito il numero uno di Confindustria - "possiamo anche aprire un dibattito in chiave europea" ma "se non riusciamo a spiegare che c'è crescita e interveniamo solo sul deficit è evidente che non è l'Europa che ci penalizza, ma i mercati e noi stessi".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 37 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO