Savona: "Se lo spread ci sfugge Manovra da cambiare, 2019 l'anno più difficile"

L'economista: "il 2019 sarà un anno difficile, è necessario europeizzare il cambiamento"

paolo savona manovra da cambiare spread

Il Ministro per gli Affari europei Paolo Savona avverte il governo: "Se ci sfugge lo spread la manovra deve cambiare". Savona, economista euroscettico che Matteo Salvini voleva al Ministero dell'Economia, si dimostra in questa fase di turbolenze sui mercati più europeista di tanti colleghi di governo.

Spiega Savona a Porta a Porta: "il 2019 sarà l'anno più difficile perché avremo le elezioni (europee, Ndr). Ci sono alcuni come me che dicono che è necessario europeizzare il cambiamento. Poi ci sono altri che sostengono che non ci sia niente da fare e vogliono tornare a livello nazionale".

Il Ministro Savona parlando di spread impazzito fa riferimento alle tensioni scatenatesi sui titoli del nostro debito sovrano dopo la bocciatura da parte di Bruxelles della Nota di aggiornamento del Def (Documento di economia e Finanza), "schema contabile" della Legge di bilancio che verrà.

Oggi lo spread, il differenziale tra titoli di Stato italiani e tedeschi decennali, dopo un picco a 315 punti base, ai massimi da aprile 2013, ha chiuso appena sotto quota 300, per un rendimento del BTP che resta decisamente elevato, oltre il 3,50%.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 26 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO