Manovra, sì di Camera e Senato alla Nota di aggiornamento del Def

Respinte tutte le risoluzioni delle minoranze

Tutto come da previsioni. Il Senato della Repubblica e la Camera dei Deputati hanno approvato la Nota di aggiornamento del Def, con la quale hanno autorizzato il Governo a scostarsi dal deficit programmato. Al Senato il documento ha ottenuto 161 voti a favore contro i 109 contrari; alla Camera, invece, 331 i 'sì' contro i 191 'no'. La nota, come ampiamente annunciato, prevede l'innalzamento del rapporto deficit/pil al 2,4% nel 2019. Confermato invece il 2,1% nel 2020 e l'1,8% nel 2021.

Le due camere hanno respinto tutte le risoluzioni presentate dalla minoranza, che ha ribadito le preoccupazioni e le perplessità già espresse nei giorni scorsi. Alla Camera dei Deputati ha parlato, tra gli altri, l'ex Ministro Pier Carlo Padoan che ha definito "misterioso" il Reddito di Cittadinanza, non riuscendo a capire come possa creare "crescita stabile e duratura". Poi l'ex Ministro ha ribadito la preoccupazione legata al mancato aggiustamento strutturale che rappresenta "un fattore di rischio gravissimo".

All'ex Ministro ha replicato il vice-Premier Di Maio: "Se abbiamo deciso di investire nel reddito di cittadinanza e nella quota 100, lo abbiamo fatto perché queste misure sono fondamentali per la tenuta sociale dell'Italia. Il reddito di cittadinanza funzionerà in Italia come funziona già in Europa. Agli amici europei dico: non diamo soldi a pioggia. Il reddito di cittadinanza uccide il voto di scambio. Noi aiutiamo chi cerca un lavoro. Gli consentiamo almeno di vivere in una condizione di povertà relativa che Eurostat stabilisce a una soglia di 780 euro. Siamo disposti a dialogare con tutti ma non a tornare indietro perché quello che gli italiani hanno chiesto va fatto".

Giuseppe Conte da Addis Abeba, dove si trova in missione, ha così commentato: "Come nelle nostre previsioni è passato a piena maggioranza. Il parlamento italiano si è espresso e come sapete rappresenta la sovranità popolare. Ci sarà un passaggio lunedì in Consiglio dei Ministri e poi sarò subito impegnato a comunicare ai leader Ue i fondamentali della manovra economica dell'Italia".

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO