Fmi: "rischio contagio dall’Italia"

Dopo la Commissione Ue anche il Fondo monetario internazionale (Fmi) presieduto da Christine Lagarde lancia oggi l'allarme Italia, seppur con argomentazioni in parte diverse.

L'istituzione internazionale con sede a Washington conferma le stime di ottobre sulla crescita del nostro paese - all'1,2% nel 2018, all'1% l’anno prossimo e allo 0,9% nel 2020 - ma punta il dito sui rendimenti dei Btp ai massimi da 4 anni parlando di "consistente incertezza" e di possibile "contagio da stress futuri" che "potrebbe essere notevole, soprattutto per le economie con i fondamentali macroeconomici più deboli e uno spazio fiscale limitato".

Nel Regional Economic Outlook sull’Europa il Fondo monetario internazionale spiega il picco dei rendimenti come conseguenza sia della difficile formazione del governo gialloverde sia delle politiche espansive messe poi in campo dall'esecutivo M5s-Lega. Il rischio contagio dell'Italia in Europa c’è anche se "per ora le ricadute sugli altri mercati sono state piuttosto contenute".

Il Fondo infine invita il governo a dare priorità a misure in grado di ridurre i deficit fiscali verso i target di medio periodo, per abbassare anche il debito.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO