Di Maio: "Lega sincera, governo regge e realizzerà il contratto"

Conte - Di Maio - Salvini

Il giorno dopo il nuovo monito della Commissione Ue sui conti pubblici italiani, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Luigi Di Maio torna sul previsto sforamento del rapporto deficit/pil per la Manovra 2019.

Secondo il ministro e vicepremier per non andare oltre il 2,4% del deficit "non sono discussione reddito di cittadinanza e quota 100". In discussione sono piuttosto "le risorse che possiamo reperire da ulteriori tagli alla spesa improduttiva e alle tax expenditure inique che non rappresentano per noi il futuro dell'Italia: quelle vanno riviste. Non abbiamo avuto ancora modo di rivederle tutte".

Di Maio parla anche dei rapporti con l’alleato di governo, con le tensioni sulla prescrizione che da ultimo hanno agitato le acque della maggioranza, trovando poi un compromesso che sa di fregatura per alcuni esponenti del MoVimento, come la senatrice dissidente Elena Fattori che retwitta, irritando il Carroccio: "C’è l’accordo - stop alla prescrizione dopo il primo grado di giudizio (ndr) - ma andrà in vigore tra un anno... a Chi devono scadere i termini?"


Lega e M5s in ogni caso secondo Di Maio che ha parlato alla stampa estera "sono due forze politiche che quando non sono d'accordo lo dicono sulla pubblica piazza. Quando vedete un acceso dibattito pubblico tra Lega e 5S questo fa parte della sincerità, quando non sono d'accordo lo dicono pubblicamente e non credo che quando lo dicono mettano a repentaglio la stabilità del governo". Leali e coesi, per una "dialettica nuova. È un governo nuovo con dinamiche nuove, ma sono convinto che gli uni sanno che con gli altri potranno realizzare il contratto" ha aggiunto il ministro.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO