Bonus Bebè, Renzi: "La Manovra del Popolo lo ha tolto". Fontana: "Ci sarà emendamento per migliorarlo"

L'emendamento però deve arrivare entro il 15 novembre.

Bonus bebe 2019 - Renzi contro Fontana

Tra le questioni da tenere d'occhio in questi giorni c'è senza dubbio il bonus bebè, la misura introdotta dal governo Renzi e che consiste in un sostegno di 960 euro annui alla nascita di un giglio in base all'Isee. La manovra economica del Governo Conte, infatti, non l'ha rinnovata per il 2019 e il PD è andato subito all'attacco.

Matteo Renzi oggi su Twitter ha scritto:

"Nella #ManovradelPopolo, hanno tolto il #BonusBebè. Basta coi bonus di Renzi, via, zac. Però promettono che per chi farà più di tre figli regaleranno un pezzo di terra incolta al sud: #poderealpopolo"

Poi su Facebook ha approfondito il suo discorso:

"La gioia di avere un bimbo è la cosa più bella del mondo e supera ogni problema. Ma è certo che i pannolini costano, che le spese aumentano, che un figlio impatta sul bilancio e spesso si ricorre all'aiuto dei nonni.
Quando eravamo a Palazzo Chigi ci siamo detti: diamo un piccolo aiuto in denaro a chi fa figli, per le spese quotidiane. Non cambierà la vita, ma almeno diamo una mano. Così abbiamo istituito il BonusBebè. Ovviamente sono stato criticato, come sempre del resto, ma alla fine il BonusBebè ha aiutato centinaia di migliaia di famiglie.
Ora è arrivato il Governo del Cambiamento.
E nella Legge di Bilancio, nella Manovra del Popolo, hanno tolto il BonusBebè. Basta coi bonus di Renzi, via, zac.
Però promettono che per chi farà più di tre figli regaleranno un pezzo di terra incolta al sud: podere al popolo, insomma.
Tolgono i soldi alle famiglie che abbiamo messo noi, e dicono di combattere la crisi demografica regalando, forse, pezzi di terreno incolti nel Mezzogiorno.
Se non fosse una cosa seria, ci sarebbe da ridere"

Bonus Bebè, Ministro Fontana: "A lavoro per migliorarlo"

Il ministro della Famiglia Lorenzo Fontana è intervenuto sul bonus bebè per tranquillizzare tutti e ha detto che "è in predisposizione un emendamento governativo". Il problema è che siamo già al 12 novembre e gli emendamenti possono essere presentati solo fino al 15. Il ministro, senza entrare troppo nei dettagli, ha spiegato solo che:

"La misura ha richiesto una più attenta verifica sulla sua operatività ed efficacia, all'esito della quale si è deciso di presentare, sin dalla Camera, un emendamento governativo che miri a tenere conto, e a superare, talune inefficienze che erano emerse nella precedente versione"

Il bonus bebè è stato introdotto con la prima manovra finanziaria del governo Renzi e inizialmente valeva per i nati nel 2015, 2016 e 2017, poi è stato prorogato per i nati nel 2018, ma limitandolo al primo anno di vita. È sempre stato di 960 euro all'anno, ossia 80 euro al mese. Nei prossimi giorni vedremo in che modo il Governo Conte lo modificherà.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO