Manovra, Conte non arretra: "Questa è la strada migliore. Lo spiegheremo a Bruxelles"

"Andiamo avanti, convinti che questa sia la strada migliore anche per ridurre il debito con vantaggio per il nostro Paese e per l'UE"

Giuseppe Conte manovra mercati tranquilli

Dopo la risposta strafottente di Matteo Salvini alla bocciatura ufficiale della manovra italiana da parte della Commissione Europea - decine di economisti ed esperti si sono espressi contro la manovra italia, un numero ben più alto di quelli che hanno dato pareri positivi - il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha usato un tono ben più moderato per commentare l'accaduto.

Conte ha subito aperto al confronto con l'UE e ha anticipato un imminente faccia a faccia con Jean-Claude Juncker, Presidente della Commissione europea:

Sulla manovra economica il Governo è pronto a un confronto costruttivo con la Commissione europea. Sabato incontrerò il presidente Juncker, al quale esporrò l’impostazione, l’ispirazione e le caratteristiche della nostra manovra economica, al fine di rimarcarne la solidità ed efficacia.
Porterò a Bruxelles anche un piano dettagliato delle nostre riforme, con particolare riguardo al piano per le infrastrutture materiali e immateriali. Sono disponibile a valutare col presidente Juncker tutti i passaggi successivi. Siamo tutti concentrati a realizzare le riforme che vanno bene al nostro Paese e confido di poter convincere anche i nostri interlocutori europei.

Anche Conte, però, continua a ribadire di voler illustrare nel dettaglio la manovra a Bruxelles, come se il documento presentato nascondesse degli elementi che i principali economisti d'Europa non sono stati in grado di decifrare. Non un passo indietro, quindi, ma la presunzione di far capire all'UE che questa manovra rappresenta la strada migliore per ridurre il debito:

Sono al lavoro dal primo giorno, insieme a tutta la squadra di Governo, per rendere il Paese più competitivo e realizzare i presupposti per una effettiva crescita economica e sociale. Andiamo avanti, convinti che questa sia la strada migliore anche per ridurre il debito con vantaggio per il nostro Paese e anche per l'Europa.

Sulla manovra economica il Governo è pronto a un confronto costruttivo con la Commissione europea. Sabato incontrerò il...

Posted by Giuseppe Conte on Wednesday, November 21, 2018

Il vicepremier Luigi Di Maio si è limitato a condividere il post di Conte su Facebook e aggiungere un breve commento, con un tono assolutamente simile a quello del premier:

Sia noi che l’Europa vogliamo la stessa cosa: ridurre il debito. E l’Unione europea si convincerà che, per raggiungere l’obiettivo, abbiamo scelto l’unica strada che funziona: aiutare le famiglie e le imprese, creare nuove opportunità di lavoro per i giovani. È così che l’Italia finalmente può crescere.

La narrativa proposta dal governo gialloverde, insomma, è sempre la stessa: l'Europa vuole il male dell'Italia e non sembra capire che l'Italia ha davvero trovato la strada per ribaltare una situazione piuttosto tragica. Peccato, però, che di questo sono convinti solo i vertici dell'esecutivo di Conte e qualche economista. Chi avanza delle critiche, invece, lo farebbe soltanto per attaccare il governo e non perchè, conti alla mano, questa manovra rischia di provocare più danni che miglioramenti.

E se davvero avessero ragione le decine di critici di questa manovra? Riuscirà questo esecutivo a prendere in considerazione questa evidente possibilità?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO