Renzi: "Di Maio riferisca in parlamento sul padre" | Le Iene: "altri 2 lavoratori in nero"

Dopo il servizio de Le Iene di domenica è partito il fuoco di fila del Pd contro Antonio Di Maio e di riflesso contro il vicepremier. Stasera la seconda parte dell'inchiesta di Filippo Roma

renzi caso antonio di maio

Matteo Renzi torna sul caso Antonio di Maio, il padre del vicepremier e ministro dello Sviluppo-Lavoro, che secondo quanto denunciato da un servizio de Le Iene avrebbe impiegato un lavoratore in nero nella sua impresa edile adoperandosi anche per nascondere un infortunio capitato allo stesso.

"Sull’azienda edile di Luigi Di Maio e sulle scelte di suo padre, ho già detto tutto nel post scritto l'altra notte. Per me basta e avanza: adesso toccherà al VicePremier venire in Parlamento e spiegare all'Aula ciò che va chiarito" spiega oggi Renzi in un post sui social.

Ieri anche il padre di Renzi (Tiziano, accusato di traffico di influenze nell'ambito dell'inchiesta Consip, accusa poi archiviata) aveva scritto su Facebook di non voler essere accostato al padre di Di Maio perché: "Non ho capannoni abusivi, non ho dipendenti in nero, non dichiaro 88€ di tasse. Aggiungo che sono agli antipodi dall’esperienza politica missina".

Pure Maria Elena Boschi in un video ha attaccato il padre di Luigi Di Maio ricordandogli "il fango" gettato dal figlio sulla sua famiglia per la vicenda del crac di Banca Etruria che ha visto il papà dell’ex ministra indagato per bancarotta (accusa per la quale a fine settembre scorso è stata chiesta l’archiviazione).

Il caso Antonio Di Maio si allarga?

Intanto dopo la prima testimonianza raccolta, dall’inchiesta di Filippo Roma de Le Iene sarebbero spuntati altri due lavoratori in nero nell’azienda edile di Antonio Di Maio, impiegati sempre tra 2008 e il 2009, nello stesso periodo in cui avrebbe lavorato il manovale che per primo ha denunciato non aver mai firmato un regolare contratto.

Il vicepremier dopo il servizio de Le Iene aveva stigmatizzato il comportamento del padre parlando però di un caso isolato. Ricordiamo che Luigi Di Maio e sua sorella hanno rilevato le quote della società di famiglia Ardima nel 2014, quindi il ministro del Lavoro sarebbe comunque estraneo ai fatti. Il nuovo servizio de Le Iene sul caso Antonio Di Maio andrà in onda nella puntata di stasera. Uno dei due nuovi testimoni avrebbe anche denunciato il padre del capo politico del Movimento 5 Stelle.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO