Piazzapulita: puntata 8 gennaio 2013 - La diretta di PolisBlog

00.24 Tremonti non si sbottona sulla sua candidatura alla Presidenza del Consiglio. Finisce la diretta.
00.20 Ingroia:

Sono contrario che un magistrato possa tornare al suo lavoro nello stesso posto dopo l'esperienza in politica.

00.19 Mannino ricorda le parole di Borsellino su Ingroia: "E' intelligente ma mi fa prendere dispiaceri".

00.16 Calogero Mannino su Ingroia.

00.14 Ingroia: "In 20 anni di berlusconismo il modello imposto è stato quello dell'impunità e dell'irresponsabilità fiscale".
00.12 Romano rinfaccia a Tremonti i due condoni fiscali.
00.10 "Sono sempre stato a favore della sanità pubblica". A parlare è Tremonti.
00.04 Tremonti: "Il bilancio dell'Italia sarebbe in attivo se non ci fosse la spesa per interessi sul debito pubblico". Poi aggiunge:

Governare con questo debito non ti fa dormire la notte.


00.02 Mucchetti difende la sanità pubblica, Ingroia apprezza che nota che il Pd ha sostenuto la politica dei tagli indiscriminati di Monti.
23.59 Su Facebook i telespettatori di Piazzapulita indicano i primi tre punti in agenda: la questione esodati, il lavoro, togliere privilegi ai politici e alla macchina statale.
23.52 Mucchetti invita a non usare strumentalmente ideologie quando si parla di sanità. E rivendica l'esistenza di sanità di eccellenza. Ingroia chiede al candidato Pd se è d'accordo con i tagli di Monti ai servizi pubblici.
23.50 Tremonti reagisce:

Lei sta in una setta, l'Agenda di Sion. Siete una via di mezzo tra Angeli e Demoni e Alberto Sordi.

23.48 Romano spiega che queste vicende sono la conseguenza del malgoverno degli ultimi 20 anni.
23.44 Ora si passa al caso Idi, Istituto Dermopatico dell'Immacolata, indebitato. 20mila euro spesi in una settimana per 10 frati.
23.41 I dipendenti protestano e parlano di attacco grave:

Si toglie la possibilità ai cittadini di curarsi. A vantaggio dei privati.


23.34 Collegamento in diretta dal CTO di Roma, struttura pubblica chiusa in moltissimi reparti. Come il reparto di terapia intensiva neonatale del San Filippo Neri (ospedale pubblico).

23.29 Damilano fa notare che se Monti ha fallito è anche colpa dei partiti che lo hanno sostenuto al governo.
23.28 Ingroia guarda perplesso.

23.26 Ora si fanno i conti. Il parlamentare ha risparmiato più della metà dell'effettivo costo del viaggio e della permanenza a Venezia.

23.22 Quella in onda è una sorta di sitcom con Barbato che ostenta i privilegi dei parlamentari. Ora va al Casinò di Venezia (altro che convegno politico).

23.18 Finisce la pacchia per i parlamentari. L'onorevole Barbato con telecamera nascosta mostra i privilegi di cui gode. Il viaggio (politico) a Venezia è pagato dai contribuenti.

23.14 L'Istat non è stato in grado di stabilire se i parlamentari e i dirigenti pubblici in Italia guadagnano troppo. La Camera sì, che ha tagliato l'aumento di stipendio che era previsto (cioè, di fatto, nessun taglio). Idem per la diminuzione dei parlamentari.
23.12 Sortino legge l'agenza dell'anno scorso. Cosa dicevano i politici 12 mesi fa.

23.09 Tremonti: "L'economia tedesca è quasi tutta basata sulla mano pubblica".
23.04 Tremonti contesta la scelta di Monti di considerare l'Imu come una patrimoniale permanente.
23.02 Ingroia: "Le tasse si possono tagliare per chi le ha sempre pagate. Il ricco imprenditore deve pagare l'Imu sulla prima casa mentre invece non lo deve fare una giovane coppia".
23.00 "Non c'è speranza se ci affidiamo sempre alle stesse mani". Poi fa intendere che vorrebbe rivede il fiscal compact.
22.58 Anche per Ingroia Zamparini ha ragione. Siamo al disastro per colpa sia del governo Berlusconi sia di quello Monti.
22.57 Tocca a Ingroia. Formigli chiede: si possono abbassare le tasse e lo Stato deve investire in che modo?

22.47 Mucchetti auspica grossi investimenti sul territorio.

22.44 Romano chiede a Feltri come mai la stessa critica non è stata mossa nei confronti del governo Berlusconi.

22.42 Feltri sulla stessa linea di Zamparini: "Monti ha peggiorato la situazione nel 2012 rispetto al 2011".

22.40 "Bisogna fare investimenti, le banche italiane non ci danno nemmeno un euro".

22.38 Zamparini: "Qui nessuno ha parlato dell'Italia vera, ma solo dei soliti giochini politici". Il presidente del Palermo calcio attacca Tremonti e Monti con i quali il debito pubblico e disoccupati sono aumentati.

22.37 In studio Maurizio Zamparini, leader del Movimento della gente.



22.33 Si va nelle industrie del Nord Italia, che devono emigrare in Carinzia. Dove non esiste Irap e l'aliquota massima è al 25%.



22.25 Tremonti vuole togliere l'Imu alle prime case: quei soldi sarebbero recuperati attraverso alcuni tagli, come per esempio sui costi per i sommergibili tedeschi pagati dall'Italia.

22.22 Tremonti risponde anche a Romano, spiegando che il suo leader Monti lo ha difeso fino ad agosto 2011. Poi la critica:


Doveva semplificare, ha complicato, doveva privatizzare e non lo ha fatto.


22.21 Letta la dichiarazione di Berlusconi su Tremonti. Il quale replica:


Io lo manderei alle attività produttive, fare il ministro dell'Economia è molto complicato. Berlusconi sarebbe un ottimo ministro dello sviluppo.


22.19 Mucchetti sul futuro dell'Imu non si sbilancia perché "non ho studiato ancora".

22.18 Romano, come d'altronde Mucchetti, sostiene che Montezemolo non abbia conflitti d'interesse non essendo entrato attivamente in politica.

22.15 L'ex giornalista del Corriere della Sera puntualizza che non esiste un monopolio della società civile. Stoccata a Ingroia. Poi sistema anche Montezemolo che negli ultimi 20 anni si è arricchito.

22.12 Mucchetti analizza le difficoltà all'interno della coalizione del centrodestra. Poi su Monti:


Non ha salvato l'Italia.




22.10 Romano contro Tremonti che da ministro nel 2011 ridimensionò la crisi finanziaria che ancora oggi colpisce l'Italia.

22.07 Intanto Berlusconi nega l'ipotesi Tremonti premier. Poi la parola a Romano.


22.04 I costruttori che non riescono a vendere le case pagano l'Imu. Un operaio che mangia alla Caritas ha venduto la fede del matrimonio in cambio di 90 euro.

22.01 Si passa al capitolo Imu. Con un servizio si ascoltano le testimonianze all'interno dell'ufficio sfratti del Comune di Milano. Storie di famiglie sfrattate perché impossibilitate a pagare l'affitto.



21.57 Tremonti definisce 'agenda Merkel' l'agenda Monti.

21.56 Damilano, citando anche alcuni ritagli di giornale e il manifesto scritto dall'ex ministro (severo nei confronti di Berlusconi), nota come Tremonti non sia esattamente un elemento armonico nella coalizione del centrodestra.

21.52 Per Ingroia serve la confisca dei beni per chi è condannato per corruzione.

21.50 Poi cita lo scudo fiscale. Tremonti incassa, Ingroia insiste:


Non abbiamo fermato l'emorragia dei capitali all'estero. Anzi.



21.48 Parola ad Antonio Ingroia, tornato in Italia stamattina. L'ex magistrato boccia l'operato di Tremonti e dei governi Berlusconi:


L'Italia oggi è più diseguale.


21.42 Pubblicità.

21.41 Per Feltri è impensabile per i leghisti considerare Berlusconi come candidato premier della coalizione Pdl-Lega.

21.39 L'ex ministro svela che quando propose il taglio agli emolumenti pubblici in Parlamento arrivò una telefonata dall'"alto" che bloccò il tutto perché fu intesa come una mossa prevaricatrice rispetto al potere legislativo.

21.36 "Penso che troppi soldi sono andati al sistema politico". Ma non si sbilancia sullo scandalo che riguarda i senatori leghisti.

21.35 Tremonti si dice confuso, ma ringrazia Maroni e Lega:


Credo che l'accordo sia che chi vince tra Pdl e Lega decide il premier.


21.34 Feltri e Damilano in balconata.



21.33 Si torna in studio, con la presentazione degli ospiti.



21.30 In studio c'è il candidato premier della Lega, Tremonti. In un servizio invece l'intervista all'ex segretaria leghista Concetta Maria Manuela Privitera, l'unica colpevole secondo Maroni



21.28 Spazio alle dichiarazioni di Bobo Maroni, che oggi ha annunciato il rinnovato accordo con Berlusconi. E definisce "bufala" l'inchiesta della magistratura, partita peraltro dalla sua denuncia.



21.27 Tra le accuse della magistratura anche una rivolta a Calderoli:



21.25 Ora si passa alle lavatrici. Come quelle acquistate da alcuni senatori leghisti. Con soldi pubblici (attraverso dei buoni concesso al gruppo in Senato).



21.21 Formigli inizia con un tritacarte. Come quelli (70) che la Regione Lazio ha comprato per una cifra che si aggira sui 14mila euro.



21.18 Sta per iniziare la puntata di Piazzapulita.



Evidentemente la campagna elettorale si è già aperta, quantomeno in tv. Tuttavia da stasera ripartono ufficialmente i talk show politici. PolisBlog seguirà in diretta a partire dalle ore 21.10 la prima puntata della nuova stagione di Piazzapulita, che per lasciare spazio il giovedì sera a Servizio Pubblico di Michele Santoro si trasferisce al lunedì sempre su La 7.

Corrado Formigli ospita nella puntata intitolata Ve la do io l'agenda Giulio Tremonti, ex ministro del governo Berlusconi e per le elezioni politiche 2013 nella Lista lavoro e libertà, Antonio Ingroia, candidato premier di Rivoluzione civile, Massimo Mucchetti, giornalista candidato al Parlamento nel Pd e Andrea Romano (Italiafutura). In studio presenti anche Vittorio Feltri de Il Giornale e Marco Damilano de L'Espresso. Ecco il sommario annunciato nel comunicato stampa:


La campagna elettorale è appena cominciata e i politici riempiono le agende, facendo a gara a chi promette di più: liste pulite, basta sprechi, giù le tasse.

Sì, ma come si fa?


Formigli, alla vigilia del 'nuovo debutto' di Piazzapulita, ha dichiarato:


Non sacrificheremo mai una domanda al prestigio dell'ospite, né accetteremo monologhi.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO