Manovra, Juncker: "Con l'Italia facciamo progressi. Non si deve drammatizzare"

Il Presidente della Commissione UE: "Non siamo in guerra con l'Italia, l'atmosfera è buona".

Giuseppe Conte e Jean-Claude Juncker

Oltre che dal ministro dell'Economia Giovanni Tria, che ha parlato con il Commissario agli Affari economici Pierre Moscovici, segnali di distensione tra Italia e Ue arrivano anche dal Presidente della Commissione Jean-Claude Juncker e dal Premier Giuseppe Conte. In queste ore, infatti, si trovano tutti a Buenos Aires, in Argentina, per il G20, e si scambiano ramoscelli d'ulivo.

In particolare, Juncker oggi, interpellato sulle trattative con l'Italia per evitare una procedura di infrazione, ha detto:

"Non si deve drammatizzare la questione dell'ipotesi di infrazione all'Italia. Stiamo facendo progressi"

E ha aggiunto:

"Ho incontrato il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte a Bruxelles, e lo incontrerò ancora qui"

Poi, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha sottolineato:

"Non siamo in guerra con l'Italia, l'atmosfera è buona. Siamo con l'Italia se l'Italia è con noi"

Da parte sua il Premier Conte ha detto di essere sempre ottimista, altrimenti non si sarebbe neppure seduto al tavolo e non sarebbe andato a Bruxelles, poi, a chi gli faceva notare che oggi il ministro Tria si è detto "fiducioso", il Presidente del Consiglio ha chiosato "Lo sono anche io".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO