De Magistris: "M5S al Governo con quel fascista e razzista di Salvini"

"Migranti venite al porto di Napoli, vi accogliamo"

Al Teatro Italia di Roma il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha lanciato il suo soggetto politico Democrazia e Autonomia, per gli amanti della megalomania solo 'DemA'. Luigi De Magistris ha illustrato il suo ambizioso progetto, che ha come primo obiettivo quello di scalzare Potere al Popolo, i cui rappresentanti sono stati invitati a questa convention solo per parlare a titolo personale: "Siamo qui per iniziare un altro viaggio. Dal basso l'alternativa è possibile. Guardiamo con paura il vento nero che spira e che soffia. Non ho mai sopportato l'idea di stare a guardare. Quando ho fatto irruzione nella campagna elettorale di Napoli la città era a terra, piena di monnezza, il napoletano camminava a testa bassa. Io ci ho creduto mettendoci corpo e anima mentre si diceva 'tanto non cambia nulla', 'tanto sono tutti uguali'. Oggi a Napoli il potere forte è il popolo".

De Magistris ha spiegato che il suo soggetto politico non ha "soldi, giornali o lobbies" dalla sua parte e che lui vorrebbe ripartire da "onestà, autonomia, coraggio, amore e follia". Poi il sindaco è partito subito all'attacco di Matteo Salvini, rispolverando la polemica sui termovalorizzatori che ha già fatto sbandare il Governo giallo-verde: "Il ministro 'dell'insicurezza' parla di Inceneritori. Fatteli a casa tua gli inceneritori, che non capisci niente".

Anche sul fronte migranti De Magistris si è dichiarato pronto a fare la sua parte, invitando le navi ad approdare al porto di Napoli, città che sarebbe pronta ad accoglierli: "Io faccio una proposta ai timonieri di navi: la prossima volta che avete un problema per le autorizzazioni avvicinatevi alle acque territoriali di una città povera ma dalla grande dignità. Avvicinatevi al porto di Napoli. Noi disponiamo di due gommoni come Comune, un po' malandati ma funzionanti. Vi assicuro che ci sono pescatori democratici e tanta gente in grado di remare e venire a prendere. E mi metto io nella prima barca, voglio vedere se ci sparano addosso".

Poi è arrivato il momento di un nuovo attacco ai Cinque Stelle, che considera delegittimati da quando hanno firmato il contratto di Governo con il "fascista e razzista" Salvini: "Dicevano 'mai con la Lega', ma i tradimenti sulla Tav, sulla Tap, sulla Terra dei fuochi, sono tradimenti veri. Li hanno votati e con chi si ritrovano? Con il principale alleato di Berlusconi, e loro diventano sgabello politico di quel fascista e razzista che ci troviamo a fare il ministro dell'Interno del nostro Paese. Sapremo costruire un grande movimento, un'alternativa forte. Il M5S si è assunto già una responsabilità storica incancellabile: far diventare maggioritario nel governo l'uomo più a destra di questo Paese". Neanche lo stile differente del Presidente Fico impressiona favorevolmente de Magistris, che giudica il suo un inutile "ping pong con Di Maio".

De Magistris vorrebbe creare "un terzo spazio alternativo", "un fronte" politico "ampio" e "aperto", che possa essere alternativo anche "al governo del cambiamento in cui tanti non si ritrovano" perché "questo Paese non è solo Matteo Salvini, ma esistono tante isole felici e realtà virtuose. C'è un immenso vuoto da riempire".

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO