Antonio di Maio: "Luigi non sapeva nulla, io trattato come un criminale" (Video)

Il padre di Luigi Di Maio, dopo i denunciati casi di lavoratori in nero nella sua azienda e i presunti abusi edilizi scoperti in una sua proprietà, si difende con un video. "Questa volta Facebook lo uso io" esordisce un Antonio Di Maio che a tratti pare visibilmente emozionato mentre legge una lettera. Parlando dei presunti abusi edilizi in un campo di proprietà anche della sorella, il papà del vice Presidente del Consiglio dice: "giornalisti e telecamere erano ovunque e un drone ha sorvolato la mia casa, mi sembra un trattamento che si riserva a un pericoloso criminale. Se ho sbagliato me ne assumo le responsabilità".

Antonio Di Maio chiede scusa per gli errori eventualmente commessi in buona fede, chiede scusa ai suoi concittadini, al suo paese e anche ai lavoratori in nero impiegati in un momento "di difficoltà". Poi difende a spada tratta il figlio Luigi, Ministro dello Sviluppo e del Lavoro del M5s, partito che ha fatto dell’onestà, della trasparenza e della lotta ai furbetti la sua ragione di esistere: "Luigi a volte ha dato una mano in azienda, come fanno tanti figli con i padri, e ci sono tanti documenti che lo provano: lui li ha già pubblicati. Io sono molto orgoglioso dei miei figli e sono orgoglioso di Luigi".

Poi la voce si fa più commossa: "Voglio da padre a figlio dire a Luigi che mi dispiace per tutto quel che sta passando. Da padre posso solo incoraggiarlo ad andare avanti, non perché è mio figlio, ma perché credo che sta facendo il bene di questo paese contro tutto e contro tutti".

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO