Michele Emiliano lascia il Partito Democratico

Michele Emiliano

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha reso noto oggi di non voler rinnovare la tessera annuale del Partito Democratico. La decisione è stata presa dopo la sentenza della Corte Costituzionale, che nel luglio scorso, esprimendosi proprio in relazione al caso di Emiliano, aveva dichiarato legittimo il divieto alle toghe di partecipare alla vita politica.

Emiliano, magistrato in aspettativa ormai dal 2003, quando decise di candidarsi a sindaco di Bari - poi eletto l'anno successivo - ha spiegato di aver preso questa decisione "in ossequio alla recente sentenza della Consulta in materia". Una decisione "dolorosa, ma inevitabile" per una delle voci interne al PD più critiche nei confronti dell'ex premier Matteo Renzi e delle sue politiche, che però non gli impedirà di continuare a supportare il partito:

Continuerò a supportare il Pd in ogni modo in cui mi venga richiesto e continuerò a frequentare il mio circolo ed ogni istanza di partito alla quale riterrò di intervenire. Vi è infatti il mio ruolo di capo politico della coalizione di centrosinistra della Regione Puglia è per me coessenziale alla mia militanza nel Pd al quale sarò sempre legato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO