Salvini risponde a Confindustria: "Sono stati zitti per anni, ora ci lascino lavorare"

"Siamo qui da sei mesi, ascolterò tutti, ma lasciateci lavorare. C'è qualcuno che è stato zitto per anni quando gli artigiani e gli imprenditori venivano massacrati"

Matteo Salvini

Ieri il Presidente di Confindustria era andato all'attacco Vincenzo Boccia, per l'ennesima volta, del governo di Giuseppe Conte e aveva chiamato in causa i tre vertici. Se Conte e Di Maio hanno preferito, per ora, non replicare a quelle parole, il Ministro dell'Interno Matteo Salvini non ha voluto tacere e oggi, a poche ore da quello sfogo a Torino, ha invitato Confindustria a lasciar lavorare l'esecutivo.

Siamo qui da sei mesi, ascolterò tutti, ma lasciateci lavorare. C'è qualcuno che è stato zitto per anni quando gli artigiani e gli imprenditori venivano massacrati. Ci lasciassero lavorare e l'Italia sarà meglio di come l'hanno trovata.

La replica di Salvini è arrivata da Roma, dove il leader della Lega ha preso parte alla messa di Santa Barbara, la patrona dei vigili del fuoco, nella Basilica di San Giovanni. Con l'occasione il vicepremier è tornato anche sul 2% al centro delle notizie di questi giorni legati alla manovra finanziaria.

Salvini, come già dichiarato in precedenza, preferisce non soffermarsi sulle percentuali - anche se alla fine dei conti dovrà farlo - e ribadisce che nonostante le modifiche si tratterà di una manovra seria:

Il 2 per cento sono numeri su cui si esercitano giornalisti e commissari Ue. Noi badiamo alla sostanza e a trovare le risorse. Sarà una Manovra seria, non dipende dallo zero virgola ma dai contenuti. Ci sono investimenti che non ci sono mai stati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO