Danimarca: i migranti irregolari o che delinquono saranno confinati su un'isola

La decisione del governo per arginare l’estrema destra

danimarca migranti

La Danimarca ha deciso di confinare su un’isola a largo della costa i migranti che sono stati respinti o che hanno commesso reati. La decisione è del governo, che include anche il Partito Popolare Danese (Dansk Folkeparti), compagine di estrema destra particolarmente agguerrita sul tema dell’immigrazione. I richiedenti asilo irregolari o con precedenti saranno dunque confinati sull’isola di Lindholm, sita a circa un miglio e mezzo dalla costa. Protestano le opposizioni, esulta il Dansk Folkeparti che ha festeggiato l’annuncio del governo pubblicando sulla propria pagina Facebook un cartone animato che anticipa sostanzialmente cosa avverrà ai migranti che si trovano attualmente in una sorta di limbo giuridico.

Il video del Dansk Folkeparti è accompagnato da un messaggio: "Gli stranieri criminali non hanno motivo di stare in Danimarca. Finché non riusciremo a liberarcene, li trasferiremo sull'isola di Lindholm". Nonostante abbia solo pochi parlamentari, l’estrema destra è riuscita ad ottenere un grande successo nella coalizione di maggioranza guidata dal conservatore Lars Rasmussen. Tra gli altri provvedimenti del governo danese, infatti, si annovera anche il cosiddetto "pacchetto ghetto", approvato in estate e che impone ai richiedenti cittadinanza corsi di lingua danese e il divieto per i bambini di viaggiare nei Paesi d’origine. Inoltre, è prevista per i migranti che sbarcano in Danimarca la confisca di parte dei beni che serviranno a coprire una fetta delle spese di accoglienza.

La decisione di confinare sull’isola di Lindholm gli irregolari rientra nell’ottica di riaccompagnare buona parte dei richiedenti asilo nei propri Paesi. L’isola, fin qui, era stata utilizzata dall'istituto di veterinaria per esperimenti relativi alle malattie contagiose degli animali. Entro il 2021, con un investimento da 100 milioni di euro, l’isola sarà resa accessibile eliminando stalle, laboratori e forni crematori. Alle rimostranze dell’opposizione, il governo replica affermando che durante il giorno i migranti potranno tranquillamente andare e venire dalla terraferma, ma la notte dovranno trascorrerla sull’isola, sorvegliati dalla polizia. Il collegamento marittimo, però, non sarà garantito a tutte le ore.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO