Migranti, Salvini: "Stop alla missione Sophia se non si cambiano le regole"

"Noi manteniamo ferma l'indisponibilità a procedure di sbarco che prevedono l'approdo solo in porti italiani"

Matteo Salvini al Ministero dell'Interno

La politica di Matteo Salvini sui porti chiusi in Italia è ormai nota e oggi il Ministro dell'Interno ha ribadito l'intenzione di continuare così durante la sua audizione davanti al Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen in vista del termine della missione europea Mediterraneo Eunavformed Sophia, che si concluderà il prossimo 31 dicembre.

Salvini ha ribadito il no dell'Italia ad un proseguo della missione a meno che non cambieranno le regole d'ingaggio:

Noi manteniamo ferma l'indisponibilità a procedure di sbarco che prevedono l'approdo solo in porti italiani. Al momento non ci sono progressi significativi nel negoziato nonostante le nostre richieste di cambiare le regole d'ingaggio. Senza una convergenza sulle nostre posizioni non riteniamo opportuno continuare la missione.

L'Europa, complice anche il drastico calo dei soccorsi nel Mediterraneo, non ha mai raggiunto un nuovo accordo sulla gestione dei flussi migratori e la situazione è in stallo ormai da mesi.

Salvini ha approfittato dell'occasione per snocciolare i dati relativi agli ultimi sbarchi in Italia - "i migranti sbarcati sulle nostre coste sono diminuiti del'83% rispetto all'anno scorso. Quelli provenienti dalla Libia sono diminuiti del 92%" - ma ha sottolineato che la trattative con l'UE per la revisione del regolamento Frontex è ancora in corso:

L'Italia sostiene Frontex e il rafforzamento del bando per una guardia di costiera europea tuttavia guarda con attenzione a quelle che potrebbero essere le limitazioni della sovranità internazionale.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO