Francia, cancellata la tassa sui carburanti. Vittoria per i 'Gilet gialli'

Clamoroso colpo di scena: Macron si è arreso ai Gilet Gialli

Dopo 3 settimane di furiose proteste, Macron e il Governo francese si sono arresi ai 'Gilet Gialli': l'aumento della tassa sui carburanti è infatti stata cancellata. Il Presidente Macron ed il Primo Ministro Edouard Philippe "hanno d'intesa voluto rimuovere l'aumento della tassa". Solo ieri il Primo Ministro aveva proposto un rinvio di 6 mesi, un'offerta ritenuta inaccettabile dai rappresentanti dei 'Gilet Gialli', che di rimando avevano annunciato una nuova mobilitazione per sabato prossimo. Di conseguenza è arrivata la definitiva retromarcia di oggi.

Dal Palazzo dell'Eliseo hanno spiegato che le risorse per rispondere alle sfide della transizione ecologica andranno trovate in altri modi: "II dibattito cittadino e parlamentare delle prossime settimane e mesi dovrà trovare soluzioni e finanziamenti che rispondano alle sfide della transizione ecologica, soluzioni che preserveranno il potere d'acquisto dei nostri concittadini".

La retromarcia di Macron è oggettivamente clamorosa e conferma che il Presidente è perfettamente conscio del consistente crollo della sua popolarità. È una scelta che conferma anche la totale inadeguatezza del Presidente stesso, più volte accusato di essere troppo distante dai problemi dei comuni cittadini; incapace quindi di comprendere le ragioni e le necessità di chi dovrebbe guidare.

Scegliere una strategia per poi rinunciarvi di fronte alle proteste è un fatto grave. Si possono fare varie ipotesi: Macron non ha la forza per prendere decisioni necessarie, anche se impopolari; Macron si è accorto di aver commesso un grave errore; Macron ha provato volontariamente a caricare sulle spalle di tutti, compresi i più deboli, i costi per la transizione ecologica; Macron ha avuto paura di perdere il controllo della situazione ed ha preferito arrendersi. In qualsiasi caso la Francia, come Paese, non ci ha fatto una bella figura.

Marine Le Pen ha subito colto la palla al balzo per tenere alta l'attenzione, invitando il Presidente della Repubblica a giurare di non reinserire l'aumento delle tasse sui carburanti nell'ambito della manovra correttiva in primavera.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO