Ddl Concretezza nella P.A., impronte digitali contro i furbetti del cartellino

Giulia Bongiorno contro il blocco della prescrizione

Il disegno di legge (ddl) Concretezza per la pubblica amministrazione, collegato alla manovra di bilancio, introdurrà norme più efficaci contro l’assenteismo e i furbetti del cartellino con misure come la rilevazione delle impronte digitali e l'utilizzo di nuovi sistemi di videosorveglianza che manderanno in soffitta i sistemi di rilevazione automatica delle presenze fin qui utilizzati.

Il via libera al ddl Concretezza c’è stato oggi in Senato con 138 sì, 94 no e nessun astenuto. Il provvedimento passa ora alla Camera. Il provvedimento si compone di sei articoli e oltre alla prevenzione dell’assenteismo e il contrasto ai "furbetti del cartellino" disciplina il Piano triennale delle azioni concrete per l'efficienza delle pubbliche amministrazioni, modificando anche le procedure di assunzione.

Critiche le opposizioni. Secondo il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone. il ddl "non combatte gli aspetti patologici del pubblico impiego e non premia i rappresentanti virtuosi della Pa. In maniera perentoria diciamo che FdI è per la lotta senza quartiere all’assenteismo... Ma non si può etichettare un intero comparto dello Stato creando una percezione generalizzata nei cittadini di contrarietà nei confronti della Pubblica Amministrazione. Questo accadrebbe nel momento in cui si vanno ad identificare in maniera molto invasiva persone che rappresentano lo Stato".

Sulla stessa linea d'onda il senatore Pd Edoardo Patriarca, capogruppo in Commissione Lavoro: "Il decreto-legge dignità ha innescato precarietà e disoccupazione e i dati Istat ce lo confermano... Stesso ragionamento vale anche per il disegno di legge Concretezza" che "in realtà non cambia alcunché rispetto alla normativa vigente. Nessuna delle nuove assunzioni nel pubblico impiego nel 2019 potrà determinarsi per merito del ddl, lo sblocco totale del turnover è già previsto dall'ordinamento vigente, sulla base di una norma del governo Renzi, con decorrenza addirittura dal 2018" conclude Patriarca.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO