Istat: crescita economica dell'Italia interrotta, Pil terzo trimestre -0.1%

Istat crescita economica interrotta 3 trimestre 2018 governo che fa

L’Istat informa che l’economia italiana arretra nel terzo trimestre 2018 di -0,1% registrando una forte contrazione degli investimenti e una leggera flessione dei consumi. Un dato pesante quello diffuso oggi dall’Istituto nazionale di statistica perché segnala l’interruzione del ciclo di crescita che era iniziato tre anni fa dopo una lunga crisi economica, con il paese finito in una recessione che sembrava interminabile.

Recessione ora paventata come uno spauracchio anche dal ministro dell’Economia Giovanni Tria che se da un lato ha detto di voler contrastare potenziali scenari recessivi con la manovra espansiva messa a punto dal governo (e osteggiata dall’Europa), dall’altro sa bene che senza la troppo ottimistica crescita prevista dall’esecutivo gialloverde, questa manovra di bilancio non può reggere. Da qui anche le indiscrezioni sull’uscita dal governo di Tria a manovra approvata, dimissioni che il vicepremier Di Maio e il diretto interessato oggi hanno smentito.

Tornando alla nota mensile Istat sull’andamento dell’economia italiana, nel terzo trimestre il deciso rallentamento è dovuto in parte alla contrazione del Pil tedesco. Per quanto riguarda gli investimenti in sofferenza sono soprattutto le spese per macchinari, impianti e armamenti a farne le spese attestandosi a -2,8% dal +6,9% del secondo trimestre.

Positiva per la crescita del Pil è risultata invece la domanda estera netta mentre i margini di profitto delle imprese manifatturiere fanno rilevare un calo che segue la stabilità della prima metà del 2018. L’occupazione nel terzo trimestre resta stazionaria rispetto ai mesi precedenti con una ricomposizione a vantaggio dei dipendenti permanenti. L’aumento del tasso di disoccupazione è stato contestuale alla flessione degli inattivi.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO