Salvini: "Rispettiamo gli impegni, no ad elezioni anticipate"

salvini m5s maggioranza

Matteo Salvini nega la possibilità che la Lega stacchi la spina al governo Conte. Arrivando all’inaugurazione della nuova sede del sindacato Ugl a Milano, il ministro dell’Interno è stato incalzato dai giornalisti presenti in merito alle tensioni di questi giorni nella maggioranza su alcune tematiche chiave come migranti, Tav e trivelle. "Noi rispettiamo uno per uno tutti gli impegni presi, per questo non ci saranno elezioni anticipate in base ai sondaggi", ha ribadito il vicepremier.

Nella giornata di ieri, Il Giornale aveva riferito di un Salvini abbastanza seccato nei confronti degli alleati di governo. Soprattutto dopo lo sgarbo dei 10-15 migranti della Sea Watch che l’Italia accoglierà dopo lo sbarco a Malta, il leader del Carroccio si sarebbe così arrabbiato da confidare ai suoi collaboratori più stretti: "I Cinque stelle sono incomprensibili e noi stiamo cadendo in trappola. Così non si può continuare". Insomma, considerato che i sondaggi danno la Lega molto più su rispetto al 4 marzo 2018, la tentazione di abbandonare i pentastellati potrebbe essere tanta.

Eppure, Salvini continua a smentire ogni possibilità di governo appoggiato da altre maggioranze: nemmeno di fronte ai tweet dei grillini che lo provocano sulle questioni come Tav e trivelle, il vicepremier ribadisce la sua fedeltà al Movimento 5 Stelle, come già fatto ieri sera ospite del salotto di Bruno Vespa a "Porta a porta": "Nonostante gli uccelli del malaugurio, andiamo avanti. Non lavoro a maggioranze diverse, però siamo nella mani del buon Dio".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO