M5S, Gregorio De Falco presenta ricorso contro l'espulsione e cita Di Maio in giudizio

Secondo il senatore il provvedimento di espulsione è nullo.

Gregorio De Falco ricorso contro espulsione M5S

Lo aveva promesso e lo ha fatto: Gregorio De Falco ha presentato il ricorso contro l'espulsione dal MoVimento 5 Stelle decretata lo scorso dicembre. Il suo avvocato, Lorenzo Borré, ha spiegato che l'impugnazione del provvedimento di espulsione si basa "sull'insussistenza delle violazioni del codice etico e sulla incostituzionalità di un vincolo che impone agli eletti del M5S di votare la fiducia in bianco, con violazione delle garanzie e delle prerogative costituzionali degli artt. 67, 68 e 94 e conseguente asservimento della funzione parlamentare alle logiche del partito unico di uno Stato totalitario".

Il senatore De Falco ha detto:

"Io non sono stato licenziato, quindi non devo essere reintegrato da nulla: la mia iniziativa punta a far dichiarare quel provvedimento di espulsione nullo, quindi inefficace"

E ha aggiunto, manifestando la propria insoddisfazione verso il modo in cui Luigi Di Maio guida il M5S:

"Io ho diritto a rimanere nel Movimento perché ho sempre votato in modo coerente con l'azione politica del Movimento, in linea con i principi grazie ai quali il movimento ha ricevuto il consenso dai cittadini. Semmai è l'attuale dirigenza che sta dirottando il movimento verso altri lidi"

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO