Cassazione: +500% di richieste di asilo | Salvini: "Quelle infondate carta straccia"

migranti cassazione richieste asilo

È vero e proprio boom di ricorsi in Cassazione per i diritti dei migranti: è quanto evidenzia lo stesso presidente Giovanni Mammone nella relazione realizzata per l’apertura dell’anno giudiziario. Le richieste di asilo, che si erano stabilizzate negli ultimi anni con una riduzione dell’arretrato, sono invece esplose negli ultimi tempi con un aumento calcolato nel 512,4%. "L'imponenza del fenomeno - evidenzia il presidente della Cassazione - ha statisticamente annullato il pur consistente incremento dei procedimenti definiti nel 2018, dando luogo ad un aumento del 4,1% dei procedimenti pendenti, che alla fine dell'anno ammontavano a 111.353 (per il 49% in materia tributaria). Per quanto riguardo il contenzioso sull'immigrazione, nell'anno 2018 - aggiunge - si sono riversati sulla Suprema Corte gli effetti del decreto dello scorso anno, che ha previsto che le neoistituite sezioni specializzate dei tribunali in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell'Unione europea decidono con provvedimento non reclamabile e ricorribile solo per Cassazione. Tale disposizione ha comportato l'improvviso aumento dei ricorsi in materia di protezione internazionale, con un afflusso che, nonostante l'impegno della Sezione interessata (la Prima civile) - conclude l’intervento - , ha comportato un aumento considerevole della pendenza".

A questa relazione fa eco l’allarme lanciato dal vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, David Ermini, che evidenzia un "crescente di procedimenti in materia di protezione internazionale e di immigrazione". Per la Suprema Corte, dunque, è una vera e propria emergenza che si va ad aggiungere ad un carico di lavoro ritenuto già "insostenibile".

Salvini: "Boom richieste asilo? Carta straccia"

Non si è fatta attendere la replica di Matteo Salvini, ministro dell’Interno e vicepremier del governo Conte. "La Cassazione parla di boom dei ricorsi per le richieste di asilo. C'è sempre stato. Adesso quelli infondati saranno carta straccia - la risposta del leader del Carroccio alla Cassazione - Non regrediamo sui diritti umani, noi stiamo progredendo: i veri profughi con il decreto sicurezza avranno più diritti. Spesso erano mischiati ai finti profughi e non avevano le garanzie necessarie. Questo decreto fa chiarezza: i veri profughi saranno trattati ancora meglio di prima, quelli finti possono fare ricorsi e contro ricorsi, ma tornano a casa", conclude Salvini. il tema dei migranti continua ad essere uno dei cavalli di battaglia del ministro, che ribadisce ancora una volta di non voler cambiare politica, nonostante gli appelli che giungono da più parti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO