Boeri (Inps): "Quota 100? Conseguenze per le prossime generazioni"

boeri inps quota 100

Tito Boeri, presidente dell’Inps, è tornato a parlare di Quota 100 nel corso di un’audizione alla Commissione Lavoro del Senato. La misura voluta dal governo Conte sarà sperimentale per tre anni e fino al 2026 in caso di pensione anticipata, aumentando il debito implicito di 38 miliardi, secondo la previdenza sociale. Se le stesse misure fossero trasformate da temporanee in strutturali, invece, l’aumento del debito implicito sarebbe di oltre 90 miliardi di euro. Il grosso del costo di Quota 100, conclude Boeri, "graverà comunque sulle generazioni future".

Reddito di cittadinanza: Boeri sta con Confindustria

Quanto al reddito di cittadinanza, poi, Boeri è sostanzialmente d’accordo con quanto affermato oggi da Confindustria: dare un sussidio a chi è disoccupato, considerati i livelli degli stipendi medi, avrà come effetto lo scoraggiamento vero la ricerca di un posto di lavoro. "Gli effetti di scoraggiamento al lavoro sono rilevanti. Il problema - aggiunge il presidente dell’Inps - è che il reddito di cittadinanza fissa un livello di prestazione molto elevato per un singolo e quindi, per esigenze di contenimento della spesa, adotta scale di equivalenze restrittive e un tetto molto basso. Il livello di prestazione elevato per un singolo ha come ulteriori controindicazioni il fatto di rischiare di spiazzare i redditi da lavoro. Secondo i dati Inps, quasi il 45% dei dipendenti privati nel Mezzogiorno ha redditi da lavoro netti inferiori a quelli garantiti dal reddito di cittadinanza a un individuo che dichiari di avere un reddito pari a zero. Sempre secondo le stime Inps, circa il 30% dei percettori del reddito di cittadinanza riceverà un trasferimento uguale o superiore a 9.360 euro netti".

E non è tutto, perché il reddito di cittadinanza, secondo quanto riferito da Boeri, in alcuni casi potrebbe essere elargito ad evasori o lavoratori in nero: "Il 50% dei beneficiari del Rdc sono nuclei senza redditi o comunque senza redditi da lavoro, nuclei tra i quali si celano anche gli evasori e i sommersi totali. Da notare anche la relativamente bassa quota di risorse destinata a nuclei di pensionati".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO