Accordo Lega-M5S: al ministro Savona la presidenza della Consob

savona consob

Il Consiglio dei Ministri ha confermato la nomina di Paolo Savona alla presidenza della Consob, mentre il ministero da lui finora occupato, quello degli Affari Europei, andrà ad interim al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

L'accordo tra Lega e M5S su Savona alla Consob

I due partiti di maggioranza, Lega e Movimento 5 Stelle, hanno trovato l’accordo per assegnare la presidenza della Consob all’attuale ministro per gli Affari Europei, Paolo Savona. Lo stesso ministro avrebbe già dato il suo via libera, secondo quanto apprende l’Ansa da fonti vicine al Carroccio. La presidenza della Consob risulta essere vacante dalle dimissioni di Mario Nava, avvenute a metà settembre 2018. Alle 12 è in programma una riunione del Consiglio dei Ministri che ratificherà l’intesa tra i gialloverdi.

PD: "Savona incompatibile con presidenza Consob"

Il ministro Savona non può essere al contempo presidente della Consob. È la posizione del Partito Democratico espressa dalla vicepresidente del gruppo dem al Senato, Simona Malpezzi: "Il ministro Savona non può fare il presidente della Consob, il governo non può ignorare le leggi. Le ragioni di incompatibilità di Savona sono diverse - evidenzia - Il ministro ha lavorato fino a maggio 2018 per il fondo Euklid, quindi per un soggetto vigilato da Consob, in più risulta in conflitto con le leggi Madia e Frattini. Se il Cdm approvasse la nomina, pur in presenza di tali incompatibilità - conclude l’intervento - , ci troveremmo di fronte ad una situazione gravissima e senza precedenti".


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO