Caso Diciotti, Di Maio: "Immunità per Salvini? È un caso specifico"

I 5 Stelle non hanno ancora deciso come votare sul 'Caso Salvini', ma hanno già inserito la retromarcia

"Bisogna difendersi nel processo e non dal processo". Era questo fino a poco tempo fa il mantra dei 5 Stelle, da sempre contrari a negare le autorizzazioni a procedere, senza eccezioni di sorta. Anche quando il 'Caso Diciotti' si è riproposto il Movimento 5 Stelle sembrava non avere alcun dubbio sul da farsi. La musica è però presto cambiata; è arrivata la difesa d'ufficio dei vari Ministri e la posizione del Movimento è diventata improvvisamente incerta.

Domani alle ore 8:30 la giunta per le autorizzazioni di Palazzo Madama si riunirà ed avrà il compito di esaminare i documenti consegnati dal Ministro Salvini, che ha preferito affidarsi ad una memoria scritta piuttosto che farsi ascoltare dal vivo.

Oggi Di Maio ha parlato della questione nel corso di una conferenza stampa alla Camera dei Deputati, dove ha ribadito che il M5S è "sempre stato contro l’utilizzo dell’immunità", puntualizzando però che quello di Salvini "è un caso specifico". In poche parole, la retromarcia è già stata inserita. A questo punto è lecito immaginare un cambio di strategia, che potrebbe avere serie ripercussioni in tema di consenso elettorale.

Pensando al presente, Di Maio ha detto di non essere per nulla preoccupato: "Abbiamo superato tante volte criticità, le supereremo ancora. Sono molto tranquillo, i senatori della giunta stanno seguendo la procedura istruttoria. Siamo sempre stati contro l'utilizzo dell'immunità, è chiaro che questo è un caso specifico. I senatori in Giunta hanno la mia fiducia".

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO