Treni ad alta velocità: è stato un 2018 di ritardi

treni alta velocità ritardi

Il 2018 è stato un anno nero per i treni ad alta velocità. Proprio mentre nella maggioranza di governo si discute molto sul progetto della Torino-Lione, Rfi pubblica tramite il proprio portale informativo il report relativo all’anno scorso. Ebbene, il quadro che emerge parla di 18mila ore di ritardo, di cui 4.460 sono state registrate in partenza e 13.687 a destinazione. Rispetto ai dati relativi al 2017 c’è stato un incremento del 50,5% nei ritardi a destinazione, mentre la media è di 7 minuti e mezzo di ritardo a viaggio. Solo il 34,8% dei treni ad alta velocità è riuscito a concludere il proprio viaggio in orario nell’anno trascorso.

Il bilancio finale, che prende in considerazione tutti i treni veloci - Frecce e Italo - è di un peggioramento medio di 5-6 punti percentuali. Secondo quanto riferisce Il Sole 24 Ore, il momento più nero del 2018 è stato il quarto trimestre, ovvero tra ottobre e novembre quando più della metà dei treni ha fatto registrare un ritardo superiore ai 5 minuti. Dopo la richiesta di Gianfranco Battisti, nuovo amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, di una serie di misure straordinarie per il miglioramento della rete, le cose sono andate meglio. I treni in ritardo a dicembre 2018 sono scesi al 40,9% e a gennaio 2019 al 36,9%.

Le nuove misure contro i ritardi dei treni

Per provare a migliorare il servizio, FS ha chiesto a Rsi, tra le altre cose, la chiusura anticipata delle porte dei treni (fino ad un minuto di recupero), la cancellazione di un terzo dei cantieri presenti sulla rete e una task force nelle sale operative per semplificare la risoluzione dei conflitti tra treni locali e alta velocità. Nel 2019 la situazione dovrebbe migliorare anche grazie all’arrivo dei nuovi treni Pop e Rock, dotati di un’accelerazione che consente di liberare rapidamente i binari per i treni successivo. Inoltre, sarà utilizzato il sistema di controllo elettronico della marcia del treno (Ertms ed Ertms High Definition) su alcune tratte ad alta densità di traffico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO