Di Maio: "Gilet gialli legittimo interlocutore per le Europee"

luigi di maio gilet gialli

Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio, è tornato sull’incontro con i gilet gialli che ha avuto conseguenze nei rapporti diplomatici con la Francia. Il leader del Movimento 5 Stelle, dopo i summit con Christophe Chalencon ha scatenato le ire del presidente francese Macron, che come prima conseguenza ha richiamato temporaneamente il proprio ambasciatore a Parigi. "Imbarazzo nel governo per l'incontro con i gilet gialli? No, credo che una lista che si sta per presentare alle Europee sia legittimamente un interlocutore di una forza politica come la mia", ha dichiarato il ministro del Lavoro. "Spiace che Macron l'abbia presa come lesa maestà, per me l'interlocutore dal punto di vista governativo è l'esecutivo francese", aggiunge Di Maio, che questa mattina era a Milano in occasione del Micam, salone internazionale del settore calzaturiero.

Intanto, però, dalla Francia giunge una doccia fredda per Luigi Di Maio: Ingrid Levavasseur, infermiera di 31 anni che è anche una delle leader del movimento nato dai gilet gialli, Raliement d'initiative citoyenne, ribadisce il suo sì allo scambio di idee e informazioni con il Movimento 5 Stelle, ma escluse qualsiasi alleanza politica in vista delle elezioni europee: "Allearsi con il M5s è fuori questione per me. Va benissimo scambiarci informazioni e punti di vista, ma niente di più. Almeno non adesso".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO