Insegnanti Sud, Di Maio insiste: "Bussetti si scusi, tocca a noi impegnarci di più"

Luigi Di Maio insiste: il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti deve chiedere scusa agli insegnanti del Sud Italia: "Credo debba chiedere scusa. Si possono dire frasi infelici, ma quando si usa quel tono bisogna fare autocritica perché siamo noi al governo e dobbiamo impegnarci di più".

Ieri l'ex prof di educazione fisica e dirigente scolastico voluto da Matteo Salvini al ministero dell’Istruzione aveva rettificato la sua frase sulla scuola nel Mezzogiorno (nel video in alto) spiegando che era stata mal interpretata perché estrapolata dal contesto.

La precisazione non è bastata però a Di Maio che parla di "tono" non equivocabile. In visita ad Afragola (Napoli) Bussetti aveva risposto a una domanda sulla possibilità di concedere più fondi alle scuole del Mezzogiorno per colmare il divario con quelle settentrionali: "No, ci vuole l'impegno del Sud, vi dovete impegnare forte. Ci vuole lavoro, impegno e sacrificio" aveva detto il ministro che non sembrava aver gradito affatto la domanda.

Dopo le polemiche sorte anche nella stessa maggioranza di governo, l’esponente leghista si era dovuto difendere dicendo che la sua frase era stata "estrapolata per farla sembrare un attacco. Faceva parte di un discorso più ampio". Secondo Bussetti: "Tutto si può dire tranne che io sia un ministro che guarda con disprezzo al Sud. Credo che i fatti parlino da soli. Il Sud è sempre stato al centro della mia azione Al Sud servono fondi, certo. Come ovunque. Ne sono consapevole. Ma so anche che da soli non bastano".

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO