CasaPound, lo sgombero della sede di Roma non è prioritario. Parola del Mef e della Prefettura

Lo sgombero della sede romana di Casapound, una palazzina di proprietà dello Stato nella centralissima via Napoleone III, occupata ormai dal 2003, non è una priorità per la Prefettura e quindi neanche per il Ministero dell'Economia e delle Finanze, che oggi lo ha messo nero su bianco in una lettera inviata alla sindaca di Roma Virginia Raggi, che pochi giorni fa si era rivolta proprio a Giovanni Tria chiedendogli di "avviare le procedure necessarie allo sgombero dell'immobile al fine di ripristinare le condizioni di legalità".

Questo, però, non succederà. O almeno non succederà nell'immediato futuro. La lista degli edifici occupati nella Capitale conta 74 immobili e quello occupato senza titolo da CasaPound - circa 60 vani, almeno 20 appartamenti in sei piani - non è a rischio crollo e non presenta problemi sotto il profilo igienico, al contrario invece dei 16 per i quali "è stato delineato in via prioritaria un primo piano di interventi di sgombero".

Il Mef ha fatto sapere però sapere che "il prefetto ha segnalato che sono in corso accertamenti da parte della guardia di finanza, su delega della Corte dei Conti, in ordine all'identificazione e al numero degli occupanti".

Se la sindaca di Roma non ha ancora commentato la replica di Tria, il leader di Casapound Simone Di Stefano è stato rapidissimo nel farlo:

Come volevasi dimostrare, il palazzo di via Napoleone III non desta preoccupazioni, non ha problemi di alcun genere, non ci sono provvedimenti giudiziari in corso e quindi non ci sono motivi per sgomberarlo. La sede di CasaPound rimarrà nel palazzo di via Napoleone III e lo stabile non sarà sgomberato almeno finché esisteranno centri sociali: una volta sgomberati tutti i centri sociali, allora vedremo. Difenderemo la nostra occupazione fino alla fine, e su questo si mettessero tutti l'anima in pace perché la questione non sarà risolta a breve.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO