L'ira di Berlusconi: "Matteo Salvini inizia a ricordarmi Angelino Alfano"

"Si è convinto di essere autosufficiente".

Silvio Berlusconi e Matteo Salvini come Angelino Alfano

Matteo Salvini ha detto che "col vecchio centrodestra" non tornerà mai più e questa presa di posizione non poteva non scatenare una dura reazione da parte di Silvio Berlusconi. Secondo quanto riportato da Repubblica e ripreso anche da Libero, il leader di Forza Italia, in uno sfogo al telefono, avrebbe detto:

"Matteo inizia a ricordarmi Angelino Alfano, sta tirando troppo la corda, si è convinto di essere autosufficiente ma dimentica che in Italia le elezioni si vincono coi moderati"

E avrebbe aggiunto:

"Dopo il disastro di questo anno al governo avrà ancora bisogno di noi"

Salvini, invece, continua a godersi la sua posizione di forza, confermata anche dalle elezioni in Sardegna, e promette fedeltà ai 5 Stelle, con i quali vuole governare per altri quattro anni almeno. Non è escluso che Salvini pensi di riuscire a smarcarsi sia dai pentastellati sia dai suoi antichi alleati di centrodestra e molto si potrà capire dalle elezioni Europee di maggio. Fino a che punto la Lega può correre da sola? Di certo il vicepremier deve puntare molto sull'autonomia regionale, altrimenti rischia di ritrovarsi contro la vera base del suo partito, ossia il Nord guidato da governatori come Luca Zaia, che ha dalla sua un vasto seguito.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO