Laura Bovoli (madre di Renzi) rinviata a giudizio a Cuneo

Per concorso in bancarotta documentale.

Laura Bovoli madre di Matteo Renzi rinviata a giudizio a Cuneo

A Cuneo il giudice Emanuela Dufour ha deciso di rinviare a giudizio Laura Bovoli, la madre di Matteo Renzi: sarà dunque processata a giugno per concorso in bancarotta documentale. Il motivo per cui questo rinvio a giudizio arriva da Cuneo è che sotto la lente d'ingrandimento in questo caso ci sono i rapporti che la sua azienda, la Eventi6 di Rignagno sull'Arno, intratteneva con la Direkta Srl di Mirko Provenzano, che era, appunto, di Cuneo.

La Direkta è fallita nel 2014 e nel 2012, periodo a cui fanno riferimento l'indagini, Bovoli era l'amministratrice della Eventi6. Secondo il Pubblico ministero Pier Attilio Sta, Provenzano avrebbe usufruito di tre note di credito false che erano state pianificate a tavolino proprio con Laura Bovoli, in modo da arginare le richieste di pagamento da altre quattro cooperative che vantavano dei crediti nei loro confronti.

Questo è il primo caso dal quale sono partite le indagini sui genitori di Matteo Renzi e che hanno portato ai loro arresti domiciliari, ordinati, però, dalla Procura di Firenze. Inizialmente a Cuneo la giudica Dufour si era dichiarata incompatibile ed era stata anche ricusata dalle difese perché in passato era stata giudice di un processo collegato. La Corte d'Appello di Torino, però, ha stabilito che non c'è alcun ostacolo e dunque Dufour può continuare a essere la giudice di questo caso.

Per Laura Bovoli quello che partirà il 19 giugno a Cuneo sarà il primo processo. Ci sono anche altri imputati, clienti della Direkta e persone responsabili della contabilità di Provenzano.

Bovoli si è dimessa da amministratrice della Eventi6 lo scorso 20 febbraio e nel frattempo suo marito Tiziano Renzi si è cancellato dall'iscrizione agli agenti di commercio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO