Legittima difesa: legge approvata alla Camera

La legge è stata approvata con 373 voti favorevoli. 25 deputati dei 5 Stelle non hanno partecipato al voto

La nuova legge sulla legittima difesa è stata approvata questo pomeriggio alla Camera dei Deputati. Il testo, però, tornerà nuovamente al Senato perché nell'aula di Montecitorio è stata apportata una modifica riguardante la copertura finanziaria. Lega e Movimento 5 Stelle hanno votato il testo incassando il sostegno esterno di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Noi con l'Italia.

Il Movimento 5 Stelle, però, non ha votato a ranghi compatti. Ben 25 deputati pentastellati hanno disertato l'aula nel momento del voto finale, confermando i malumori interni al Movimento su questo tema. D'altra parte lo stesso Luigi Di Maio questa mattina aveva indirettamente confermato i mal di pancia di un gruppetto di deputati, comunque non sufficiente a mettere in difficoltà la maggioranza.

Di ben altro umore, invece, Matteo Salvini che ha esultato per il risultato raggiunto: "Legittima difesa, altra promessa della Lega mantenuta. Ne sono orgoglioso: gli italiani saranno più sicuri e tranquilli, gli unici che dovranno aver paura sono i delinquenti, che non avranno più una lira di risarcimento".

Francesco D'Uva, capogruppo del Movimento 5 Stelle, ha invece cercato di rispondere ai malumori di parte della base: "con questa legge non ci sarà nessun Far West. Spetterà sempre a un giudice la valutazione sulla legittimità della difesa". D'Uva ha così replicato anche alla collega Doriana Sarli che, nel corso di un'intervista a Repubblica, aveva parlato dell'apertura di una "stagione del Far West" dopo l'approvazione di questa legge.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO