Vaccini, Grillo replica a Salvini: "No proroga autocertificazioni, documenti entro 10 marzo"

Giulia Grillo

Non ci sarà nessuna proroga per autocertificare le vaccinazioni a scuola e permettere così ai bambini, le cui famiglie non hanno ancora presentato la documentazione sulla profilassi, di continuare con la frequenza in classe.

Fonti del ministero della Salute spiegano che "nessun provvedimento" urgente in tal senso sarà preso. La precisazione arriva dopo l’invito del ministro dell'Interno Matteo Salvini alla titolare della Salute Giulia Grillo a emanare un decreto per evitare che agli alunni non in regola con le vaccinazioni venga negato l’accesso a scuola.

Contro l’invito di Salvini, che ha strizzato l’occhio ai No-Vax, aveva subito preso posizione l’Associazione nazionale dei presidi che ha ribadito l’obbligatorietà della documentazione attestante i vaccini, così prevede la legge in vigore, sottolineando che facendo diversamente non si terrebbe conto in primo luogo di chi è più fragile.

Il termine per presentare agli uffici scolastici la documentazione di avvenuta vaccinazione resta fissato perciò al 10 marzo per la frequenza di asili nido e scuole dell’infanzia.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO