Pedofilia, cardinale Pell condannato a 6 anni (ne rischiava 50)

Dovrà stare in carcere per almeno 3 anni e 8 mesi. Ha già presentato ricorso in appello.

Cardinale George Pell condannato a 6 anni di carcere

Per il cardinale George Pell, dopo il verdetto di colpevolezza per abusi su due ragazzi del coro alla St. Patrick's Cathedral negli anni '90, è arrivata anche la sentenza con la pena: 6 anni di carcere. Poco se si pensa che ne rischiava fino a 50 e che alla fine dovrà restare in carcere per almeno 3 anni e 8 mesi prima di poter chiedere la libertà condizionale.

Ricordiamo che il cardinale ha 77 anni e che è il religioso di grado più alto nella gerarchia cattolica a essere condannato per pedofilia. Essendo il ministro dell'Economia del Vaticano era il numero 3 di tutta la gerarchia della Chiesa cattolica ed è per questo che il suo arresto ha fatto così scandalo.

Il giudice della Conte di Victoria, Peter Kidd, ha detto che la condotta di Pell "per crimini efferati è stata permeata di una sconcertante arroganza" e che "la colpevolezza morale in entrambi i casi" è "molto alta". Il giudice infatti ha spiegato, rivolgendosi direttamente all'imputato:

"Gli atti erano sessualmente evidenti, entrambe le vittime erano visibilmente e udibilmente angosciati durate le molestie. Vi è stato un ulteriore livello di umiliazione che ciascuna delle tue vittime deve aver provato nel sapere che l'abuso avveniva in presenza altrui"

Lo scorso 27 febbraio gli era stata revocata la libertà su cauzione e oggi è arrivata la sentenza definitiva in base alla quale sarà registrato a vita come un criminale sessuale.

Pell, che si è sempre professato innocente, ha già presentato il ricorso in appello contro questa sentenza e il nuovo processo comincerà a giugno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO