"Congresso famiglie", Palazzo Chigi avvia istruttoria su patrocinio concesso da Fontana

Il Ministro Fontana ha concesso il patrocinio e Matteo Salvini ha confermato che sarà presente. Luigi Di Maio, invece, ieri ha definito "sfigati di destra" quelli che parteciperanno al XIII Congresso mondiale delle Famiglie che si terrà dal 29 al 31 marzo a Verona; un evento dichiaratamente anti-abortista e anti-Lgbt. Palazzo Chigi questa sera ha annunciato di aver avviato un'istruttoria per fare luce sul patrocinio concesso alla manifestazione.

La richiesta è arrivata dagli uffici del segretariato generale di Palazzo Chigi che ha chiesto al dipartimento dell'Editoria e al dipartimento per la Famiglia di verificare se persista o meno il fine non lucrativo. L'unico dato certo è che il patrocinio è stato concesso autonomamente dal Ministro per la Famiglia Lorenzo Fontana, noto per le sue posizioni assolutamente intollerabili sull'aborto, sulle Unioni Civili e sulle adozioni per coppie same-sex.

Luigi Di Maio è tornato sull'argomento oggi ed ha nuovamente preso le distanze da Salvini: "Ognuno va agli eventi che vuole, ma io a quegli eventi non ci vado. Questa è una decisione sua: io dico soltanto che chi si permette di dire che le donne devono stare in casa, come se fossero degli esseri inferiori, non appartiene assolutamente alla mia cerchia di amicizie e di frequentazioni".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche la Ministra Grillo: "Mi sembra una cosa ideologicamente caratterizzata non sono entrata nei dettagli, ma a me questa caratterizzazione ideologica che tende a ghettizzare una parte dei cittadini non piace. Mi piace l'idea di valorizzare la famiglia come strumento e veicolo di affettività. Io per prima sono una fan accanita della famiglia, ma non deve essere un momento di ghettizzazione, umiliazione o stigmatizzazione di persone che hanno delle diversità rispetto a noi. Da questo punto di vista io sono totalmente distante e questa manifestazione mi sembra fortemente ideologizzata".

Considerazione simile anche da parte del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Stefano Buffagni (M5S): "La nostra idea di famiglia è distante da quella che piace a una certa destra. A Verona un'idea di donna da Medioevo".

La distanza dall'iniziativa di Fontana è stata presa. Vedremo se i 5 Stelle avranno la forza necessaria per passare dalle parole ai fatti.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO