Albania, tentato assalto al parlamento: "Rama in carcere" | Foto

Ancora dure proteste dell’opposizione in Albania con la polizia che ha dovuto usare i lacrimogeni e potenti getti d’acqua contro i manifestanti che sono tornati a chiedere le immediate dimissioni del premier socialista Edi Rama.

Un gruppo di dimostranti ha tentato l’assalto al Parlamento di Tirana, lanciando pietre contro l’edificio, difeso da un cordone di agenti. La manifestazione di oggi ha visto una folla oceanica radunarsi prima di fronte al palazzo del governo e poi davanti al parlamento. Su alcuni cartelli dei manifestanti c’era scritto "Rama in jail" (Rama in carcere), su altri si richiamava l'attenzione dell’Unione europea.

Edi Rama, in carica dal 2013, è accusato dal Partito democratico, i cui deputati si sono dimessi per protesta, di aver fatto sprofondare il paese nella corruzione e nella miseria, di essere colluso con la criminalità e di violare la legge. La protesta è guidata dal leader del Partito Democratico, formazione di centro-destra, Lulzim Basha.

Il 16 febbraio scorso un gruppo di manifestanti aveva già tentato di assaltare il palazzo del governo a Tirana: una decina di persone erano riuscite a penetrare al primo piano dell’edificio con la polizia che anche in quel caso aveva dovuto usare idranti e lacrimogeni.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO