Decreto sblocca cantieri: vertice a Palazzo Chigi, c'è un condono edilizio?

palazzo chigi sblocca cantieri

Vertice di maggioranza a Palazzo Chigi per definire gli ultimi dettagli del decreto sblocca cantieri. Presso la sede della presidenza del Consiglio sono giunti in serata, oltre al premier Giuseppe Conte, i ministri Toninelli e Tria, i sottosegretari Siri, Rixi e Castelli, oltre che i tecnici dei rispettivi ministeri. Il decreto dovrebbe giungere in Consiglio dei Ministri mercoledì 20 marzo. In visita ad un cantiere di Cuneo fermo dal 2012, Conte ha promesso che il governo si prenderà la responsabilità di sbloccare quelle opere che i precedenti esecutivi hanno trascurato per tanti anni.

Il video è stato pubblicato dallo stesso premier sul proprio profilo Facebook con il seguente messaggio: "Sono finiti i tempi delle proroghe continue e dello sperpero di risorse pubbliche. È il momento di sbloccare i cantieri fermi e far ripartire il Paese".

Sblocca cantieri: c’è un condono edilizio?

In serata sono circolate alcune indiscrezioni in merito alla possibilità che all’interno dello sblocca cantieri venga inserito un condono edilizio. Le agenzie Adnkronos e Ansa, sostengono che la Lega avrebbe prodotto 24 pagine di proposte, tra le quali ci sarebbe anche una sanatoria per le irregolarità dei vecchi edifici. Un’ipotesi alla quale il Movimento 5 Stelle sarebbe contrario, ma intanto fonti interne al Carroccio citate da Il Fatto Quotidiano smentiscono seccamente: "Nessuna ipotesi di condono edilizio né nello sblocca cantieri né in altri provvedimenti. È una notizia infondata e senza alcun fondamento. La Lega, come noto, è contraria a ogni tipo di condono", fanno sapere dalle parti di via Bellerio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO