Ex Jugoslavia, Radovan Karadzic condannato all'ergastolo

Il Tribunale de L'Aia ha condannato all'ergastolo l'ex Presidente Radovan Karadzic per i crimini di guerra compiuti tra il 1992 ed il 1995

Radovan Karadzic è stato condannato alla pena dell'ergastolo dalla Corte penale internazionale de L'Aia per i crimini di guerra compiuti nei confronti dei popoli jugoslavi nelle vesti di Comandante Supremo delle forze armate serbo-bosniache e Presidente del Consiglio Nazionale di Sicurezza della Republika Srpska. L'ex leader serbo-bosniaco aveva presentato ricorso in appello dopo la prima condanna a 40 anni, ma la Corte ha deciso di aumentare la pena. Il Tribunale Internazionale non prevede infatti il divieto di reformatio in peius come in Italia.

In corte d'appello sono state confermate tutte le accuse nei confronti di Karadzic, condannato per il genocidio di Srebrenica, l'assedio di Sarajevo e vari altri crimini di guerra compiuti in Bosnia tra il 1992 ed il 1995. Il presidente della Corte ha ritenuto "incomprensibile" e "ingiusta" la pena a 40 anni in ragione della gravità dei reati contestati; questa sentenza non sarà più appellabile da Karadzic.

Il legale di Karadzic, Goran Petronjevic, ha definito "politica" la sentenza pronunciata contro il suo assistito e ha già ipotizzato la possibilità di una revisione del processo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO