Xi Jinping si porta a Roma 500 persone. Chi c’è nella super-delegazione?

Xi Jinping è arrivato a Roma ieri alle 18.30 insieme alla first lady Peng Liyuan e a una super delegazione. È la prima visita ufficiale del presidente cinese, tra gli uomini più potenti del mondo, in Italia. Ma non è esattamente una visita di cortesia. Xi Jinping è venuto per convincere il nostro governo e l’Europa della bontà della Nuova via della Seta, il complesso progetto di allargamento infrastrutturale cinese che aprirà nuove rotte commerciali verso l’Occidente grazie alla creazione di un corridoio marittimo e uno terrestre.

Pechino diventerà il fulcro di una rete di collegamenti che va dall'Europa all'Africa Orientale e fino all'Estremo Oriente. Il numero uno del Partito Comunista Cinese alloggerà all’hotel Parco dei Principi, ai Parioli, nei pressi di Villa Borghese. Inutile dire che tutta l’area è blindata e off-limits. Ad accompagnare Xi Jinping nella sua tre giorni romana un "codazzo" di 500 persone. Oltre alla sicurezza personale del presidente ci sono 120 tra giornalisti e cineoperatori, più altre 300 persone tra diplomatici, dirigenti di aziende, direttori di poli museali, funzionari ministeriali, medici, cuochi e assistenti vari. Scontata la presenza de ministri degli esteri e del commercio, rispettivamente Wang Hi e Zhong Shan, e dei dirigenti della Commissione nazionale per lo sviluppo e le riforme.

Ma ci volevano davvero così tante persone per firmare un memorandum d’intesa e per garantire la sicurezza del presidente cinese per la quale sono impegnati comunque oltre mille uomini delle forze dell’ordine italiane (tra cui i reparti speciali della polizia e i tiratori scelti)? Se è vero che buona parte della super delegazione seguirà Xi Jinping nel resto del suo breve tour europeo - martedì incontrerà Emmanuel Macron e Angela Merkel a Parigi - il resto tornerà in patria. Prima della Francia il presidente e il suo seguito faranno tappa a Montecarlo.

Oggi intanto Xi Jinping ha avviato la girandola degli incontri istituzionali recandosi al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Domani ci sarà la firma del discusso accordo di principio sul progetto della Via della Seta, a Villa Madama. Un portavoce del Ministero degli Esteri all'Agenzia Nuova Cina ha detto che l’obiettivo del memorandum è stabilire il perimetro di un'ambiziosa partnership su scambi commerciali, investimenti e infrastrutture. In quali condizioni è tutto da vedere.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO