Siria, Baghuz liberata dai curdi: cade ultima roccaforte Isis

È caduta l'ultima roccaforte di Daesh in Siria

È caduta l'ultima roccaforte del sedicente Stato Islamico in Siria. Le Forze democratiche siriane (Sdf) sono riuscite a riprendere il controllo di Baghuz, mettendo così fine a 5 anni di guerra. Ad annunciare la notizia è stato Mustafa Bali, portavoce delle Sdf, attraverso twitter: "Le Forze democratiche siriane dichiarano la totale eliminazione del cosiddetto califfato e la sconfitta territoriale al 100 per cento dell'Isis. In questo giorno unico, commemoriamo migliaia di martiri i cui sforzi hanno reso possibile la vittoria".

Le forze curde-siriane, appoggiate dagli Stati Uniti, sono dunque riuscite a riprendere il controllo del territorio. In Siria e Iraq sono però ancora presenti gruppi isolati di combattenti, perlopiù nelle zone desertiche, ma in questo momento non hanno più il controllo di alcuna porzione del territorio dei due Paesi.

Il capo delle relazioni internazionali dell'Sdf, Abdel Kareem Umer, ha commentato con entusiasmo la caduta di Baghuz, ma ha appunto sottolineato che la battaglia contro Daesh non si può definire ancora conclusa: "Questo è un momento storico, che abbiamo atteso insieme alla comunità internazionale. Questo non significa che abbiamo messo fine al terrorismo e a Daesh. Abbiamo messo fine a Daesh dal punto di vista militare, abbiamo messo fine al loro stato. Daesh ha ancora cellule dormienti e la loro ideologia esiste ancora nell'area sulla quale hanno governato per anni".

Al momento non si hanno notizie dei circa 300 prigionieri, tra i quali Padre Paolo Dall’Oglio, che dovrebbe trovarsi ancora nelle mani delle forze di Daesh.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO