Pif su Salvini: "È un bimbominkia che fa il bullo con un 13enne"

Quando hanno prospettato la possibilità che gli venisse concessa la cittadinanza italiana per meriti speciali, Ramy ha risposto in modo spontaneo: "Perché solo a me?". Ramy è uno dei ragazzini che mercoledì scorso si trovava a bordo del bus sequestrato da Ousseynou Sy. Nonostante i suoi 13 anni, con coraggio e freddezza ha prima nascosto il suo telefono cellulare e poi l'ha utilizzato per allertare la sua famiglia e le forze dell'ordine, che sono così potute entrare in azione salvando i 51 ragazzini delle medie e i loro due insegnanti di educazione fisica.

Ramy è stato coraggioso e sicuramente merita che gli venga concessa la cittadinanza italiana - come previsto dalla legge - per la sua azione. Nonostante l'opportunità che gli è stata prospettata, il 13enne non riesce a capire perché solo lui dovrebbe ricevere questo premio e non anche i suoi fratelli e i suoi compagni di scuola di origine straniera: "Se mi daranno davvero la cittadinanza italiana sarò felice. Per essere schietti, è il mio sogno. Ma allora dovrebbero darla anche a mio fratello e ai miei compagni di classe di origine straniera che vivono in Italia da tanto tempo e magari sono pure nati qui".

Matteo Salvini ha risposto a queste parole di buon senso con una ridicola affermazione: "Vorrebbe avere lo ius soli? È una scelta che potrà fare quando verrà eletto parlamentare". A Salvini ha controreplicato Pif, mettendo in evidenza la pochezza delle argomentazioni di Salvini: "Abbiamo un ministro dell'interno che fa il bullo con un ragazzino di 13 anni. Definirlo 'ministro della mala vita' forse va al di là delle sue capacità. È semplicemente un BIMBOMINKIA".


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO