Salvini: "Per i vermi violentatori di Catania certezza pena e castrazione chimica"

Salvini certezza pena e castrazione catania

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini interviene nella vicenda dello stupro di gruppo ai danni di una ragazza americana di 19 anni avvenuto nel centro di Catania. I presunti responsabili, tre ventenni già arrestati dalla polizia, avrebbero filmato tutto coi loro cellulari e proprio questo li avrebbe incastrati.

Dice Salvini: "Per i vermi violentatori di Catania, che hanno stuprato una turista, nessuno sconto: certezza della pena e castrazione chimica!". Il ministro dell'Interno Matteo Salvini interviene dunque con parole durissime nei confronti dei responsabili della violenza sulla ragazza, ospite "alla pari" da tre mesi in una famiglia della città etnea.

Lo scorso 21 marzo dopo essere stata invitata a bere e poi obbligata a salire su un'auto, la 19enne americana è stata violentata a turno e filmata. Sul suo telefonino aveva ripreso le facce dei ragazzi che le avevano offerto da bere e chiesto di spostarsi in un bar.

Il giorno dopo uno dei presunti stupratori avrebbe anche inviato un video alla ragazza invitandola a un nuovo incontro. Proprio quelle immagini hanno permesso alla polizia di eseguire degli arresti lampo. I tre ventenni indagati, tutti giovani della Catania bene hanno scritto i quotidiani locali, dovranno ora rispondere dell’accusa di stupro di gruppo.

Non è la prima volta che il ministro dell’Interno parla di castrazione chimica, lo fece nel caso della barista di Piacenza legata e stuprata per ore nel luglio scorso. Salvini in quell’occasione, dopo l’arresto del presunto responsabile, ricordò che la castrazione chimica (in genere non definitiva) è una "sperimentazione in vigore in tanti Paesi civili, dove si ritiene che chi mette le mani addosso a una donna o a un bambino vada curato, non solo incarcerato".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO