SeaWatch, i pm: fu sequestro di persona

seawatch sequestro persona

Nuovo capitolo nella vicenda della SeaWatch, la nave con a bordo 47 migranti e che ha dovuto attendere 12 giorni davanti al porto di Siracusa prima di poter sbarcare a Catania il 31 gennaio scorso. La Procura di Roma ha inviato un fascicolo contro ignoti (per ora) ai colleghi di Siracusa sostenendo che ci siano elementi per contestare il reato di sequestro di persona. La Procura di Siracusa dovrà ora valutare se ci siano profili di competenza del tribunale dei ministri di Catania.

Il procedimento da parte della Procura di Roma era stato avviato alla luce di un esposto presentato l’1 febbraio e nel quale si ipotizzava il reato di “omissioni di atti di ufficio”. In seguito ad una serie di controlli effettuati tramite la Guardia Costiera, è risultato che la vicenda della SeaWatch, una nave Ong tedesca, è simile a quella della Diciotti e il reato più grave contestato sia quello di sequestro di persona. Il procedimento, però, dovrebbe avere luogo nel luogo in cui è avvenuta la limitazione della libertà dei migranti, ovvero Siracusa. Una nuova grana in arrivo per il ministro dell'Interno, Matteo Salvini?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO