Armi, proposta della Lega per agevolare acquisto e detenzione. Di Maio: "Non lo voteremo mai"

Secondo la proposta leghista armi fino 15 joule possono essere comprate e detenute senza porto d'armi.

La Lega sta presentando una proposta di legge per facilitare l'acquisto e la detenzione delle armi: questa facilitazione consiste, sostanzialmente, nell'aumentare da 7,5 (limite attuale) a 15 joule il discrimine tra le armi comune da sparo e quelle per le quali non è necessario il porto d'armi. Infatti solo al di sopra di questo limite un'arma è considerata da fuoco e serve l'autorizzazione e la denuncia di possesso.

La proposta di legge è stata firmata da una settantina di deputati, capitanati dalla prima firmataria Vanessa Cattoi. I promotori fanno notare che le licenze per detenzioni di armi in casa sono poco più di 5 milioni e spesso la richiesta del porto d'armi per uso venatorio è solo un pretesto per avere un'arma in casa per difendersi dai malviventi, infatti gli iscritti alle associazioni venatorie sono poco più di mezzo milione e si è registrato un calo di adesioni di quasi il 50%.

Il permesso di dentenzione d'armi si può ottenere, oltre che per uso venatorio e finalità sportive, anche per difesa personale, ma l'iter è più lungo e richiede non solo di saper maneggiare l'arma, ma anche di essere in uno stato psico-fisico pressoché perfetto. È chiesto soprattutto da gioiellieri e benzinai.

I leghisti firmatari della proposta di legge insistono nel dire che questa iniziativa non sia collegata alla legittima difesa, la cui riforma è stata approvata proprio ieri, ma sembra invece più che evidente che sono strettamente connesse.

Ma che cosa ne pensano gli alleati di governo della Lega? Luigi Di Maio questa mattina ha fatto sentire la sua voce e ha detto chiaramente che il MoVimento 5 Stelle non voterà mai questa proposta. Sui social, infatti, ha scritto:

"Mettiamo un attimo i puntini sulle i: io un Paese con la libera circolazione delle armi non lo voglio. Non lo vuole il MoVimento 5 Stelle e sono sicuro non lo vogliano nemmeno gli italiani. Se mai un giorno avrò la fortuna di avere un figlio, voglio che vada a scuola sereno e tranquillo, che da adolescente passi il tempo a studiare e a viversi la vita, non che trovi il modo di comprarsi facilmente una pistola. Abbiamo fin troppi problemi da risolvere in questo Paese, non aggiungiamone altri. Pensiamo alle imprese e a creare nuovi posti di lavoro, piuttosto. L’Italia ha bisogno di questo, di più opportunità per i giovani, di più facilitazioni per chi vuole fare figli, di più sostegno alle famiglie, non di più armi. C’è una proposta di legge firmata da 70 deputati in Parlamento che punta a facilitare l'acquisto di armi per la difesa personale. Nessun eletto del MoVimento la voterà. Nessuno! Anche perché più sicurezza non vuol dire certo più armi in strada, al contrario.
Andiamo avanti col contratto di governo, rispettando la volontà dei cittadini"

Proposta Lega per facilitare acquisto di armi e detenzione

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO