Giulia Grillo difende la Senatrice Drago: "È una bravissima ragazza"

Giulia Grillo

La Senatrice Tiziana Drago è finita al centro delle polemiche per il suo intervento al Congresso delle famiglie, al quale ha partecipato contravvenendo a quelle che erano state le disposizioni e le rassicurazioni di Luigi Di Maio. Un duro commento sulla prima giornata è arrivato dalla Ministra Grillo che ha ribadito il punto di vista del Movimento: "Noi non arretriamo. È una manifestazione fortemente ideologizzata, chiaramente di estrema destra". In questo congresso "si paragona, a detta di alcuni relatori, l'omosessualità al satanismo: questa è quella che mi fa un po' più ridere, se mi permettete, perché è ai limiti del ridicolo ed è ovviamente priva di qualsiasi fondamento scientifico".

Sulla partecipazione della Drago si è invece augurata che "non condivida i toni utilizzati da alcuni relatori nei confronti degli omosessuali o delle unioni civili". Contestualmente, però, ha cercato di difendere la sua conterranea: "Conosco Tiziana Drago molto bene, siamo nello stesso collegio elettorale, è una bravissima ragazza e so che non ha nessun atteggiamento discriminatorio nei confronti di chi vive l'idea di famiglia in maniera diversa dalla sua".

Con l'obiettivo di dare un colpo al cerchio e uno alla botte, ha poi tentato di ridimensionare l'iniziativa della Drago, che di fatto ha deciso di non rispettare le chiarissime indicazioni di Di Maio, minando così la sua autorità agli occhi dell'opinione pubblica: "Quando Luigi Di Maio ha detto che il M5S non avrebbe partecipato al Congresso delle famiglie di Verona ha parlato a nome dei ministri, ha dato un'indicazione politica importante ma non può avere il controllo dei singoli portavoce, come ci definiamo. Noi non vogliamo ghettizzare chi ha un'idea diversa della famiglia".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO