Di Battista: "Non mi candido alle europee, frequento corso di falegnameria" (VIDEO)

di battista europee falegnameria

Alessandro Di Battista torna a parlare dopo circa 40 giorni di silenzio. Dopo il rientro dall’America Latina, l’esponente del Movimento 5 Stelle aveva fatto alcune apparizioni in televisione, poi è letteralmente sparito dalla circolazione. Niente interviste, nessun post sui social network e le indiscrezioni di una rottura con Luigi Di Maio. Oggi la diretta Facebook con la quale Di Battista ha aggiornato i propri sostenitori sulle sue recenti attività e su ciò che farà in futuro. "Alle europee non mi candiderò. Non voglio fare l'europarlamentare - spiega subito l’ex parlamentare penta stellato - Mi sono iscritto a un corso di falegnameria, scrivo, leggo. Mi mancate, certo, tutti quanti. Ma a me la poltrona fa venire le bolle".

Di Battista: "Non voglio andare a Bruxelles"

"Ho qualcosa da dirvi", è l’incipit del live su Facebook avviato da Alessandro Di Battista e durato circa 13 minuti. Commentando le indiscrezioni che circolano ormai da diverse settimane, l’ex deputato del M5S conferma che non si candiderà alle elezioni europee in programma a maggio: "Mi sono chiesto: ti vuoi candidare? La risposta fondamentalmente è no. Mica mi posso candidare perché devo farlo, dovrei farlo perché lo voglio fare - sottolinea - . Candidarsi vuol dire scegliere di mettersi al servizio della collettività, io non ci vorrei andare a Bruxelles a fare l'europarlamentare e se ci andassi senza volerlo non credo nemmeno che renderei".

Durante il suo intervento social, Di Battista torna a parlare di uno dei suoi cavalli di battaglia, ovvero, la corruzione, senza lesinare un monito alla maggioranza di cui fa parte il suo stesso partito. "L'anticorruzione va aggiornata continuamente - insiste - . Come si evolve la corruzione, bisogna che gli antivirus dell'anticorruzione si trasformino senza sosta". "Vi abbraccio tutti. E auguro al M5s di restare per sempre un movimento", conclude quasi malinconico.

Di Maio: "Sapevo già tutto"

Luigi Di Maio, ministro del Lavoro e vicepremier del governo Conte non è sorpreso dalle parole di Alessandro Di Battista e replica: "Sapevo da tempo che Alessandro non si sarebbe mai candidato, non si era candidato nemmeno alle politiche. Lo ringrazierò sempre per la mano che darà al Movimento e continuerò a sentirlo per chiedergli consigli e scambiare opinioni. Il movimento continua ad andare avanti - conclude il capo politico del M5S - , è forza di governo e realizza il programma a partire dal tema di oggi".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO