Tria ammette: "Verso crescita zero, ma non ci sarà manovra correttiva" (VIDEO)

Il ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria ammette oggi che il Pil italiano per il 2019 si avvia "verso lo zero", come anticipato nei giorni scorsi da Reuters che aveva parlato di una crescita allo 0,1%, ma che non ci sarà nessuna manovra correttiva: "Nessuno ce la chiede".

Intervenuto al Festival dell'Economia civile a Firenze Tria ha detto: "Siamo di fronte a un rallentamento della crescita in tutta Europa. Si è fermata la Germania e di conseguenza si è fermata la parte più produttiva dell'Italia. Ora siccome l'Italia da anni cresce un punto in meno degli altri paesi europei noi ci avviamo verso lo zero".

Il ministro ha rassicurato sul fatto che il governo non pensa a una manovra correttiva per risollevare la situazione dopo la legge di bilancio "espansiva" che secondo quanto diceva il governo, e lo stesso Tria a dicembre, avrebbe contrastato una congiuntura economica non favorevole e che stava per complicarsi.

Ai giornalisti il ministro ha poi precisato che "una manovra correttiva nel senso di una manovra restrittiva, e quindi ancora più recessiva, non è logica in questo momento e nessuno in Europa chiede una cosa illogica di questo tipo".

Confindustria in questi giorni ha lanciato l’allarme sul Paese fermo al palo, preoccupazioni condivise dal ministro dello Sviluppo e del lavoro Luigi Di Maio mentre il collega vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini ha liquidato la questione parlando di gufi che saranno smentiti dai fatti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO