Ruby Ter, Marysthell Polanco cambierà versione: "Dirò come sono andate le cose"

Marysthell Polanco

Dopo la morte di Imane Fadil, la modella di origine marocchina che era una delle testimoni chiave nel processo 'Ruby ter', un'altra delle storiche partecipanti alle famose cene organizzate ad Arcore da Silvio Berlusconi, Marysthell Polanco, sembra aver deciso di cambiare la versione dei fatti raccontata fino a questo momento.

È stata la stessa Polanco, durante una pausa dell'udienza odierna al Tribunale di Milano, a rivelarlo ai cronisti:

Può darsi che la mia versione davanti ai giudici sarà diversa rispetto a quella del processo Ruby bis, ho deciso di dire le cose come stanno, adesso mi sento una donna con dei figli e voglio dire la verità.

Polanco, già ascoltata anche dagli inquirenti che si stanno occupando della morte di Imane Fadil, al contrario della modella marocchina è imputata nel procedimento insieme alle altre 'olgettine' e lo stesso Silvio Berlusconi per un totale di 28 persone. La giovane, secondo l'accusa, avrebbe fornito una falsa testimonianza nel processo 'Ruby Bis' in cambio di denaro da parte del leader di Forza Italia.

Le dichiarazioni fatte oggi, quindi, lasciano immaginare un cambio di rotta almeno per Marysthell Polanco, la cui versione dei fatti, per sua stessa ammissione, potrebbe non essere così "tanto diversa da quella di Imane Fadil", morta in circostanze ancora tutte da chiarire.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO