Guerra dei simboli. Fratelli coltelli: l'Udc "frega" la Dc?

Non c’è pace per la Democrazia Cristiana e per il suo simbolo, quello storico dello Scudo Crociato. Così come accadde nel 2008 per le elezioni politiche, anche stavolta, a poco più di un mese dal voto, la Dc rischia di non potersi nemmeno presentare.

La terza sezione del tribunale civile di Roma ha infatti accolto la richiesta dell’Udc di Pierferdinando Casini per inibire l’uso del simbolo della Democrazia Cristiana.

“E’ l’ennesimo atto di pirateria politica dell’Udc “, grida l’onorevole Guido Moretti della Direzione nazionale del partito di piazza del Gesù. “Abbiamo fatto subito ricorso – dice Moretti -anche perché le ragioni ad esistere ci sono state sancite, prima dalla sentenza del giudice Manzo e il 23 marzo 2009 da quella della Corte d’Appello di Roma”.

Moretti conclude: “E’ incredibile l’ostilità dell’Udc contro il partito da cui provengono i suoi dirigenti e militanti. Il pudore dovrebbe prevalere rispetto alla disinvoltura arrogante di forme di leaderismo per realizzare le quali si perde se stessi e il proprio passato”.

Fratelli coltelli. Lotta continua.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO